Minacce all’ex che non ne vuole più sapere di lui, a processo camionista

Carabinieri
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Maggio 2022, 05:35 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 11:50

Minacce all’ex che non ne vuole più sapere di lui, a processo camionista di Oriolo Romano. Battute finali per il procedimento a carico di un uomo che da due anni è stato allontanato, con provvedimento del giudice, dalla ex fidanzata.

La donna a ottobre del 2020 si presentò dai carabinieri per sporgere denuncia. Raccontò che da alcuni mesi l’ex compagna la torturava con messaggi. Messaggi pesanti dal contenuto intimidatorio. Uno in particolare sarebbe arrivato proprio mentre la donna si trovava in caserma per la denuncia. E sarebbe stato ascoltato anche dai militari. Nel messaggio vocale ci sarebbero state minacce di morte rivolte alla ragazza. Secondo quanto raccontato la storia tra i due si sarebbe interrotta ad agosto del 2020. Da quel momento l’uomo avrebbe iniziato a perseguitarla con minacce pesantissime.

La denuncia presentata avrebbe portato prima il giudice a emettere un’ordinanza con divieto di avvicinamento e poi al procedimento penale. «Io non li ho mai visti litigare se non per futili motivi - ha spiegato in aula l’ex compagno della mamma dell’imputato -, si frequentavano solo nel weekend perché lui era sempre all’estero per lavoro».

Durante il procedimento la vittima, parte civile assistita dall’avvocato Samuele De Santis, ha anche fatto un’integrazione di denuncia, presentata il 2 febbraio scorso, in quanto l’imputato l’avrebbe avvicinata dopo averla incontrata in un supermercato. La difesa della donna ha deposito agli atti del processo un cd contenente tutti i messaggi, scritti e vocali, mandati dall’imputato. In molti di questi sarebbero presenti minacce e insulti. Si torna in aula, davanti al giudice Francesco Rigato del Tribunale di Viterbo, per gli ultimi testimoni della difesa e la discussione il prossimo 20 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA