Marocchino aggredisce carabiniere e autista del bus: «Il mio biglietto? Chiedetelo prima a tutti gli italiani»

Marocchino aggredisce carabiniere e autista del bus: «Il mio biglietto? Chiedetelo prima a tutti gli italiani»
di Andrea Arena
1 Minuto di Lettura
Giovedì 28 Settembre 2017, 10:22 - Ultimo aggiornamento: 16:09

Sale sul bus ubriaco e senza biglietto e aggredisce l'autista e un carabiniere. E' successo l'altra sera nei pressi di Civita Castellana, sul pullman di linea che collega la cittadina della Tuscia con Roma. Protagonista: un marocchino da qualche anno in Italia, e in attesa di essere regolarizzato. Era in compagnia della fidanzata, italiana.

Al momento di salire, l'autista si è insospettito per le condizioni dell'uomo, in evidente stato di alterazione dovuto all'alcol o a chissà cos'altro. Alla richiesta di esibire il biglietto, però, il marocchino è andato in escandescenze: “Non ce l'ho, il biglietto. Se lo chiede a me lo deve chiedere a tutti i passeggeri, anche quelli italiani”, ha urlato, convinto di essere discriminato per la sua nazionalità. Sono stati attimi di tensione, che hanno spinto l'autista a fermare il bus – nei pressi di Faleria – e a chiamare i Carabinieri, che sono prontamente intervenuti. Ma alla vista delle divise l'uomo si è gettato contro il militare e lo stesso autista, picchiandoli.

Immediatamente arrestato, lo straniero è comparso ieri davanti al giudice del tribunale di Viterbo, che ha convalidato l'arresto rimettendolo in libertà in attesa del processo, il prossimo febbraio, nel quale l'uomo dovrà rispondere dei reati di lesioni e resistenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA