Manifesto contro papa Francesco e Mimmo Lucano “I nuovi mostri". Tre denunciati

Il manifesto di Bergoglio e Lucano
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 30 Gennaio 2019, 19:05

Manifesto contro papa Francesco e Mimmo Lucano, tre denunciati a Viterbo. A dicembre al Riello, tra l’Università e il Tribunale, è stato affisso un poster di grandi dimensioni, velatamente offensivo nei confronti del papa e il sindaco di Riace, Mimmo Lucano, noto per la sua politica di accoglienza dei migranti.

Il poster realizzato come la locandina di un film (titolo “Vorrei una società senza autoctoni”) definisce i due personaggi come "i nuovi mostri". In particolare Bergoglio interpreterebbe la mente, mentre Lucano il Braccio. Il manifesto è stato firmato da Blocco studentesco, movimento legato all’estrema destra. Ed è ancora presente sulla loro pagina Facebook.

Subito sono partite le indagini della Digos di Viterbo che hanno consentito di acquisire diversi specifici riscontri. Gli accertamenti info-investigativi e l’estrapolazione dei fermo immagine realizzati con sofisticati strumenti tecnici, hanno consentito ai poliziotti di identificare, per il momento, tre soggetti che sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.
Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi al fine di risalire all’identificazione di tutti i complici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA