Manifestazione contro la violenza, CasaPound: «Ci saremo anche noi, no a una pagliacciata antifascista»

Giovedì 23 Febbraio 2017 di Massimo Chiaravalli
«Ci saremo anche noi, affinché non si trasformi nell'ennesima pagliacciata antifascista». Dalla propria pagina Facebook, CasaPound Viterbo annuncia la partecipazione alla manifestazione contro la violenza su cui stanno lavorando i comuni di Vignanello, Vallerano e Canepina.

L'iniziativa dovrebbe tenersi sabato, anche se l'annuncio ufficiale non è stato ancora dato. I tre comuni l'hanno proposta all'indomani del pestaggio ai danni di un ragazzo di 24 di Vallerano, avvenuta sabato 11 a Vignanello. Dopo quell'episodio, nella sede di CasaPound Cimini è stato fatto espodere un ordigno che ha danneggiato la porta di ingresso. Fortunatamente all'interno non c'era nessuno.

Mentre proseguono le indagini su entrambi i casi, l'associazione politica punta il dito contro le istituzioni. «Dopo aver tristemente appurato che nessuna delle formazioni politiche istituzionali, siano esse di destra o di sinistra, sindacati, movimenti, associazioni, che tanto prontamente hanno condannato la violenza politica con comunicati, addirittura congiunti - dicono - altrettanto prontamente hanno dimenticato di condannare il gravissimo atto terroristico che ha colpito il nostro movimento, con l'ordigno esplosivo deflagrato all'ingresso della nostra sede».

Da qui la volontà di essere presenti sabato. «Abbiamo quindi deciso di partecipare come CasaPound all'annunciata manifestazione contro la violenza politica promossa dai comuni di Vallerano, Vignanello e Canepina, affinché non si trasformi nell'ennesima pagliacciata antifascista della condanna della violenza sì ma a senso unico. A sabato». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma