I Maneskin nell'Alto Lazio: show in sala di registrazione ad Acquapendente

I Maneskin nell'Alto Lazio: show in sala di registrazione ad Acquapendente
2 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Agosto 2021, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 21:29

Nell'Alto Lazio ci sono band che suonano il rock. In attesa del concerto dei Modena City Ramblers, previsto per questa sera allo stadio, Acquapendente è stata invasa lo scorso mercoledì dall'arrivo del gruppo dei Maneskin, la giovane band romana più ricercata del momento.

La piazzetta della Costituente, posizionata frontalmente alla direzione didattica, si è trasformata in una splendida location per un video che andrà ad arricchire la collezione del già gettonatissimo progetto Teatro d'ira, Volume I girato nel mese di maggio presso lo studio acquesiano Mulino Recording, casa abituale dei produttori musicali Cesare Chiodo e Francesco Luzzi.

Ad attendere il gruppo italiano più irriverente della scena un nutrito gruppo di giovani, che hanno fatto da corollario al riuscito tentativo della band romana di raccontare in tempo reale il loro sviluppo creativo. Partito dal singolo Vent'anni (disco di platino) e dal brano vincitore del Festival di Sanremo Zitti e buoni. L'acclamatissima performance aquesiana è un nuovo importante tassello nella crescita musicale di un gruppo che non ha paura di rischiare.

Scrivere interamente "Teatro d'ira" e registrarlo in presa diretta, è la dimostrazione di come non si vogliono scordare tutte le influenze dai quali hanno preso radici. Le atmosfere analogiche dei bootleg anni 70, a cui si è unità nell'atmosfera aquesiana la volontà di ricreare una dimensione live vissuta nel loro primo lungo tour tra Italia ed Europa.

Davanti ai Maneskin durante il video il Teatro Boni, quel teatro, che nel disco diventa metafora in contrasto con l'ira del titolo. Lo scenario in cui questo prende forma. Non una collera contro un bersaglio, ma una energia creativa che si ribella contro opprimenti stereotipi. Un catarsi che genera, grazie all'arte, una rinascita e un cambiamento in senso positivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA