La Viterbese è in vendita, ma il presidente gioca a nascondino: «Potrei fare un passo indietro»

Il presidente Romano
di Paolo Graziotti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Maggio 2022, 05:05

La Viterbese è in vendita. Questa è l'unica cosa certa. Come c'era da attendersi, avendolo già annunciato in varie situazioni, il presidente Marco Romano ieri mattina ha ufficializzato la sua intenzione di lasciare la Viterbese. La salvezza durante il playout con la Fermana è arrivata appena sabato scorso, davanti ad uno stadio Enrico Rocchi e finalmente gremito di gente che non ha mai smesso di incitare la squadra, e dopo aver messo in sicurezza la categoria, grazie alla vittoria contro i marchigiani, a preoccupare è il futuro della società. Cosa già successa tra l'altro anche negli anni passati in diverse occasioni. Non c'è ancora un acquirente realmente interessato a rilevare la società di via della Palazzina, però, tutto può essere ancora possibile.

" Se non dovesse arrivare un acquirente - ha detto Romano - farò un passo indietro e tornerò alle mie attività. La società a tutti i parametri giusti per l'iscrizione al campionato. Siamo soddisfatti della salvezza ottenuta durante questo campionato. Sono stati tre anni difficili dove il Covid ha messo tutti a dura prova". Con o senza Romano, la partecipazione alla prossima stagioni in Serie C per i colori gialloblù non dovrebbe quindi essere a rischio. Lo stesso Romano ha ribadito di voler cedere la Viterbese ad un imprenditore affidabile che abbia un progetto serio e non al primo avventuriero. Al momento il presidente gialloblù ha avuto contatti con due imprenditori romani, si tratta dell'attuale presidente del Pomezia Alessio Bizzaglia e di Manolo Bucci già presidente del Valmontone. Il Pomezia di Alessio Bizzaglia è allenato tra l'altro dall'ex difensore gialloblù dei primi anni 2000 Cristiano Gagliarducci. Al momento si è trattato però solamente di contatti e non si è andati oltre.

La trattativa per un'eventuale acquisizione è infatti molto complessa, trattandosi anche di un'operazione importante visti i diversi giocatori di categoria che sono sotto contratto. Oltre al valore del settore giovanile, che la prossima stagione avrà anche l'opportunità di disputare il prestigioso campionato di Primavera 2. Romano si è lamentato anche della mancanza di sponsor da parte della città. "Otto aziende hanno il proprio logo sulla maglia e sono tutte di fuori. Quest'anno abbiamo speso 2 milioni di euro che è la sesta cifra di tutto il girone" ha detto. Nei giorni scorsi il presidente gialloblù ha avuto anche dei contatti per entrare come socio in un'altra società di Serie C. Anche in questo caso si è trattato comunque di semplici pourparler e scambi di informazione.

Prima di un eventuale approdo in un'altra piazza, Marco Romano dovrà Infatti prima cedere la Viterbese. Un eventuale cambio di proprietà potrebbe quindi avere luogo non prima del mese di giugno, visto che le operazioni per l'acquisizione dovranno praticamente iniziare da zero. Allo stesso tempo, eventuale nuova proprietà dovrà organizzarsi per espletare tutte le pratiche relative all'iscrizione al campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA