La spedizione di Casapound con pestaggio a Vignanello: due condannati, c'era anche il consigliere comunale

Lunedì 29 Aprile 2019
Il post ironico che scatenò il pestaggio dei miltant di Csapound al giovane di Vignanello
«Abbiamo ottenuto il massimo. A partire dall'aver fatto decadere alcune aggravanti, palesemente smentite. Il fatto, poi, è stato ridimensionato: siamo partiti da un'aggressione selvaggia da parte di venti persone, invece la storia giudiziaria vede cinque persone coinvolte a vario titolo in quella rissa, cinque ragazzi che hanno fatto una sciocchezza, insomma».

Questo il commento dei difensori di Luca Santini (gli avvocati Samuele De Santis ed Enrico Valentini) e di Jacopo Polidori (avvocato Domenico Gorziglia) arriva a caldo, dopo che il gip Francesco Rigato condannò i due rispettivamente militante e presidente di Casapound Cimini, a 2 anni e otto mesi di reclusione ciascuno. Era il 2 marzo del 2017 e la scelta del rito abbreviato consentì loro uno sconto di un terzo della pena.

Lesioni semplici con le aggravanti dei futili motivi e del nesso ideologico: questi i reati riconosciuti ai due per quel sabato sera dell'11 febbraio 2016 a Vignanello. Quando scatta l'aggressione a un 24enne del posto, fermato poco fuori da una pizzeria e colpito ripetutamente, «un'azione punitiva» - come la definirà la Procura per aver condiviso su Facebook dei post ironici proprio contro Casapound riportati dal sito di satira Kottiomkin.

Le indagini stringono il cerchio sui militanti di estrema destra, vengono incrociati i dati sui cellulari, si ascoltano testimoni tra i giovani della zona. Si scatena anche un tam tam mediatico e il 4 marzo 2017- dopo un oscuro attentato alla sede di Casapound a Vallerano - due manifestazioni opposte sfilano tra Vignanello e questo paese.

Polidori, incensurato, finisce ai domiciliari a metà marzo, arrestato dai carabinieri. Segue una perizia sulle ferite dell'aggredito e un incidente probatorio. La posizione di un altro indagato maggiorenne è archiviata, mentre tre minorenni sono indagati dalla Procura per i minori di Roma: Lo scorso anno Polidori partecipa alle elezioni comunali di Vallerano con la lista di Casapound e viene eletto consigliere di minoranza insieme a Francesco Chiricozzi, arrestato oggi per lo stupro a Viterbo. 

Al processoi in aula c'era anche Paolo, la vittima costituitasi parte civile. Il giudice gli ha riconosciuto 5mila euro di provvisionale, con risarcimento danni da stabilire in sede civile. Ultimo aggiornamento: 16:28