Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il prefetto a un'iniziativa della Lega: interrogazione Pd in Senato. Ma ci sono precedenti

Il prefetto a un'iniziativa della Lega: interrogazione Pd in Senato. Ma ci sono precedenti
di Massimo Chiaravalli
1 Minuto di Lettura
Giovedì 11 Ottobre 2018, 22:40

Il prefetto Giovanni Bruno all’inaugurazione della sede della Lega a Tarquinia: il caso è arrivato al Senato attraverso un'interrogazione al ministro Matteo Salvini da parte dei dem Bruno Astorre (primo firmatario), l’ex ministro della Difesa Roberta Pinotti, Monica Cirinnà, Salvatore Margiotta, Annamaria Parente, Franco Mirabelli e Francesco Verducci. Anche se non si sono accorti che ci sono stati altri casi da marzo a oggi.

I senatori del Pd chiedono se il fatto corrisponda al vero, anche perché a Tarquinia il prossimo anno si vota per il Comune e il prefetto «sarà chiamato a gestire le prossime elezioni amministrative - dicono - nel ruolo di garante dell’imparzialità dello Stato. Chiediamo chiarimenti sulla partecipazione del prefetto di Viterbo a un evento politico della Lega, e se confermata, quali misure intende prendere il ministero».

Ma ci sono dei precedenti che sono passati inosservati al Pd, mai nascosti dai protagonisti. Il prefetto Bruno ha partecipato il 14 marzo alla festa per l’elezione del senatore Umberto Fusco (che ha postato una foto su Facebook), e pochi giorni dopo, il 22 marzo, quando Salvini è arrivato a Viterbo per il comizio in piazza del Plebiscito. Bruno è andato a cena seduto alla destra dell’attuale ministro, alla sinistra c’era l'allora questore Lorenzo Suraci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA