Il portale telematico del processo non funziona, avvocati in sciopero

Giustizia
2 Minuti di Lettura

Il portale telematico del processo non funziona, avvocati in sciopero.

Da ieri, e fino a domani, udienze penali a rischio.
L'Unione delle Camere penali italiane ha infatti proclamato tre giorni di sciopero dalle udienze. «Secondo le vigenti regole di autoregolamentazione - spiegano - e nel rispetto delle pronunce della Corte Costituzionale ed in attesa di una certa e più consolidata loro interpretazione con esclusione dei processi contro imputati detenuti in custodia cautelare, l'astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale per i giorni 29, 30, 31 marzo 2021».
Non solo astensione. I penalisti chiedono anche l’intervento della ministra della Giustizia Marta Cartabia per risolvere la situazione. «È evidente- dicono ancora - che nel tempo l'attività tecnica della difesa penale si potrà e dovrà appoggiare a tutte le possibili forme di digitalizzazione, ma questa non è certo la situazione dell’oggi. Il portale ufficializzato è solo quello delle Procure. Il sistema nasce già obsoleto, ma soprattutto presenta continui guasti e inconvenienti tecnici, che ne impediscono il funzionamento».

Martedì 30 Marzo 2021, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 10:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA