Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il nuovo Monterosi cresce bene: Carlini già punto di riferimento, ma il mercato non è ancora finito

Il nuovo Monterosi cresce bene: Carlini già punto di riferimento, ma il mercato non è ancora finito
di Marco Gobattoni
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 19:51

Una prima parte di lavoro positiva, il mercato da completare e la questione societaria da definire nelle prossime settimane. Il Monterosi riprenderà oggi il lavoro in vista dell’inizio del prossimo campionato di serie C fissato per domenica 4 settembre. Una seconda parte di lavoro che dovrà rifinire l’ossatura di un gruppo che nei primi venti giorni di preparazione ha già destato un’ottima impressione.

La vittoria contro il Pontedera e i pareggi contro Carrarese e Crotone hanno lasciato soddisfatto il tecnico Leonardo Menichini che nelle prime tre amichevoli toste dell’estate ha visto una squadra che ha sì bisogno di crescere, ma che ha mostrato spunti molto interessanti sui quali lavorare. «Assolutamente – ha confermato il tecnico dopo il pari di sabato scorso contro il Crotone – abbiamo mantenuto un’ossatura importante dallo scorso anno, ma altri elementi sono arrivati. In questo momento è necessario trovare il giusto equilibrio tra vecchi e nuovi e noi lo stiamo facendo con profitto».

Tra i nuovi, durante il ritiro toscano, si è distinto particolarmente Massimiliano Carlini acquisto pregiato del mercato e giocatore che potrà far compiere ai biancorossi un deciso salto di qualità. «Come ho già avuto modo di dire il giorno del suo arrivo, sappiamo che Carlini rappresenta una stella della categoria – conferma Menichini – per lui parlano carriera e numeri. Quello che mi sta piacendo di più però, è il suo atteggiamento nel gruppo: è un ragazzo speciale che si è messo subito a disposizione dei compagni». In queste settimane, Menichini, ha provato diversi moduli: 4-4-2, 3-4-1-2 e a partite in corso anche il classico 3-5-2.

Per chiarirsi definitivamente le idee bisognerà attendere la chiusura del mercato con il Monterosi che ha un paio di situazione in sospeso. Su tutte quella del centrocampista Alessandro Di Paolantonio, in ritiro con la squadra ma finora mai sceso in campo nelle amichevoli. L’ex mediano della Viterbese si allena con regolarità e professionalità ma non ha fatto mai mistero di valutare anche una sua possibile partenza da Monterosi. Su di lui c’erano Trento, Foggia e Audace Cerignola ma nessuna di queste piste al momento, si è concretizzata. Probabilmente alla fine il calciatore lascerà Monterosi con il direttore generale Fabrizio Lucchesi che sta sondando da tempo il mercato alla caccia di un sostituto.

Lucchesi impegnato anche sul fronte societario: l’ingresso dei nuovi soci avverrà entro fine agosto con il Monterosi che cambierà assetto societario ai primi di settembre in concomitanza con l’inizio del campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA