Il maltempo non spaventa i turisti nella Tuscia

Martedì 23 Aprile 2019
Il maltempo non guasta la festa. Il week-end di Pasqua mantiene le attese e la Tuscia fa il pieno di turisti con ristoranti e musei presi d'assalto. Sold out anche molte strutture recettive. Più degli alberghi, crescono i bed and breakfast. A recitare la parte del leone Civita Bagnoregio con un aumento di visitatori del 30% rispetto allo scorso anno: 8mila le presenze domenica, 10mila a Pasquetta. Un'ondata alla quale la città ha retto bene. L'organizzazione è filata liscia e il traffico non ha subito ripercussioni. Un dato che conferma il trend positivo del gioiello teverino, meta gettonata in ogni periodo dell'anno. Bene anche Viterbo con il Museo del Colle del Duomo Palazzo dei Papi che da sabato a lunedì ha staccato 1500 biglietti. Turisti in larga maggioranza italiana in una percentuale che sfiora il 90%. Regioni di provenienza: Lazio, Toscana, Emilia-Romagna, Piemonte e una piccola ma significativa presenza di Lombardia e Veneto. Quanto agli stranieri, da registrare la crescente presenza di russi, stabile quella di tedeschi, spagnoli, inglesi, francesi e statunitensi. «Turisti anche dall'Asia dice Francesco Aliperti, direttore del museo e 3 dall'Ucraina che evidentemente hanno preferito Viterbo alle elezioni». Successo anche per Terra dei Giganti, la mostra sui dinosauri in programma fino al 12 maggio nelle scuderie del Palazzo pontificio: 3mila visitatori circa nella tre giorni di festa e tanta soddisfazione da parte degli organizzatori che parlano di risultato inaspettato e molto soddisfacente. Tra i cavalli di battaglia di Viterbo, anche Villa Lante, il giardino all'italiana ideato dal Vignola che nel 2018 ha strappato la Palma di attrazione più visitata della Tuscia, incassa un ottimo risultato. «Circa 1300 gli ingessi nel giorno di Pasqua tra il parco e il giardino interno fanno sapere dalla biglietteria . Stessi numeri ieri nonostante la pioggia». Dati in linea per Palazzo Farnese. L'attrazione, cresciuta di più nel gradimento dei turisti lo scorso anno, registra un leggero aumento rispetto a Pasqua 2018. Bene anche il Parco dei Mostri di Bomarzo e l'anfiteatro romano di Sutri con 800 biglietti nella due giorni. «L'aumento dei turisti è un attestato di stima per il lavoro che stiamo svolgendo dice l'assessore Claudia Mercuri sono orgogliosa e felice». Sutri che, peraltro, da giovedì 25 aprile ospiterà al Museo di Palazzo Doebbing la prima mostra della nuova stagione espositiva con opere di 11 artisti internazionali da Tiziano a Ligabue. Ultimo aggiornamento: 26 Aprile, 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma