Il Covid galoppa nella Tuscia: ieri un morto e positivi verso quota 2mila

Il Covid galoppa nella Tuscia: ieri un morto e positivi verso quota 2mila
di Federica Lupino
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 19:31

Il 28 settembre il totale dei positivi nella provincia di Viterbo era arrivato a sfondare la soglia psicologica del 1.500, attestandosi sui 1.522. Ma nei giorni seguenti il virus ha continuato la sua corsa portando i casi a salire ulteriormente fino ad avvicinarsi ai 2mila. Ieri, infatti, la quota toccata nei database della Tuscia è stata pari a 1.903. Tutta colpa di un progresso diffondersi del contagio sulla scia dell’ultima variante, la Omicron 5.

Il bollettino rilasciato ieri pomeriggio dalla Regione Lazio parla di 285 nuovi casi in sole 24 ore. E sempre ieri segnalato un ulteriore decesso. In realtà, come ogni martedì della settimana questi numeri vanno contestualizzati: sono infatti il frutto del riallineamento di dati che avviene dopo il fine settimana. La maggioranza dei test per intercettare le infezioni è infatti ormai da mesi appannaggio delle farmacie, a differenza del passato quando il monopolio era dei molecolari effettuati ai drive-in. I tempi di trasmissioni dei referti non sono sempre immediati e, soprattutto per i tamponi rapidi realizzati il sabato o la domenica, il grosso delle comunicazioni arriva per essere inserito nella rete regionale il martedì.

Se questo è il quadro d’insieme, è comunque indubbio che da settimane nella Tuscia non si registravano quasi 300 casi contabilizzati in un giorno. E il raffronto col 2021 è impietoso: il 4 ottobre di un anno fa la Asl ha comunicato appena due nuovi casi, il totale dei positivi era pari a 185 e i ricoverati appena 6. Ora ci sono oltre 1.700 contagiati ulteriori anche se i sanitari fanno notare che il tasso di ospedalizzazione resta comunque molto contenuto rispetto al totale dei positivi: sono 29 i posti letto al momento occupati da pazienti risultati colpiti dal Sars-Cov2.

La tendenza in continuo aumento registrata nella Tuscia è in linea con quanto avviene nel resto del Lazio e a livello nazionale. Ieri nella regione sono stati riscontrati 4,722 nuovi casi e sette decessi. Inoltre, pure il rapporto tra positivi e tamponi è in crescita: al momento la percentuale è arrivata al 17,7%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA