Hobbit, elfi e stregoni a spasso in centro a Viterbo

Hobbit, elfi e stregoni a spasso in centro a Viterbo
2 Minuti di Lettura
Sabato 27 Luglio 2019, 09:24

«La scacchiera è pronta, le pedine si muovono». Viterbo, cornice medievale d'eccellenza, sarà oggi e domani meta del secondo Viaggio verso Isengard organizzato dalla Società tolkeniana italiana. L'organizzazione nasce nel 1994 dalla volontà da parte di un gruppo di attivisti italiani, in collaborazione con Patricia Reynolds (archivista), di celebrare e ricordare J.R.R. Tolkien, uno degli scrittori contemporanei più influenti e famosi a livello internazionale. Conosciuto al grande pubblico per la celeberrima trilogia del Signore degli Anelli e la sua trasposizione cinematografica ad opera di Peter Jackson, Tolkien ha infatti rivoluzionato il modo di fare fantasy e conquistato milioni di lettori in tutto il mondo. Anche l'Italia vanta una grande community di fan poi riuniti nella Società yolkeniana. Ad oggi, questa Compagnia dell'anello conta centinaia di partecipanti, da Udine a Rimini e Firenze e pubblica due riviste semestrali: Terra di Mezzo e Minas Tirith. L'agenda è piena e prosegue a ritmo serrato tra eventi e Premi Silmaril, concorsi di narrazioni e immagini. Il curriculum della società è lungo, e vanta collaborazioni con la casa editrice ufficiale della famiglia Tolkien HarperCollins ed eventi ormai consolidati come l'Hobbiton di settembre. All'interno del fitto calendario tolkeniano non poteva mancare Viterbo, che con il suo fascino medievale ha subito stregato gli organizzatori. E dunque, la città dei Papi diventa tappa del viaggio verso Isengard, e si trasforma così in terra di mezzo per due giorni. La gilda di conferenze, concerti e giochi si aprirà oggi alle 16 e si articolerà in tre luoghi: Sala Regia del Palazzo del Comune, piazza del Gesù e piazza San Carluccio. La Sala Regia sarà in entrambi i giorni dalle 16 alle 18 sede di conferenze e disquisizioni sull'esistenza di una mitologia italica, le donne guerriere, la biblioteca personale di Tolkien e parallelismi tra questo e Annio da Viterbo. Piazza del Gesù sarà invece location di concerti a partire dalle 21. A Piazza San Carluccio giochi di ruolo dal vivo ed esposizioni di armi tolkeniane nel pomeriggio. Infine, a piazza San Pellegrino mostre fino alle 21.
Chiara Mezzetti
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA