Gli ambulanti insistono: «Ridateci i vecchi spazi», oggi nuovo sit-in

Venerdì 21 Febbraio 2020
Per il secondo sabato consecutivo il mercato andrà deserto: la nuova sede del Carmine sarà ancora vuota, mentre torneranno a essere occupati gli spazi di quella vecchia, nel parcheggio del Sacrario. Come spiega il presidente dell’Anva, Giulio Terri, «perché quelli sono i nostri spazi, indicati nella licenza». Il Comune intanto non ha risposto alla richiesta di incontro formulata insieme a Confesercenti e Confimprese. Sarà perché gli ambulanti «prima devono abbassare la cresta», come ha fatto sapere il sindaco Giovanni Arena.

La lettera era stata consegnata all’inizio della settimana. «Non sappiamo nulla – dice Terri – dopo la richiesta non si è sentito nessuno». Il sito del Carmine proprio non va bene? «Non è che non vogliamo andarci per ripicca: è una questione di spazi e comodità di clientela che non ci viene. Il mercato lì ha già una decina di banchi e vanno bene, ma 80 commercialmente non li tiene».

Alla luce dei fatti domani «torneremo al Sacrario a manifestare e a raccogliere le firme: il parcheggio è libero, è una presa in giro, non è vero che serve al Carnevale. E poi occupiamo spazi nostri, abbiamo una licenza che ci ha rilasciato il Comune e parla di piazza Martiri d’Ungheria. Sbatterci via così per noi è stata una cattiveria». Indietro non si torna. Però secondo il capogruppo di Fondazione, Gianmaria Santucci, quella è l’unica soluzione possibile: tutte le altre sono state scartate dagli uffici per problemi vari. E chiede una proposta alternativa proprio agli ambulanti per verificarne la fattibilità. «Gliele abbiamo fatte, ma insistono con il Carmine». Ultimo aggiornamento: 22:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi