Furto di attrezzi agricoli si trasforma in brutale aggressione, un arresto per tentato omicidio e rapina

L'arresto dei carabinieri
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 05:30

Furto di attrezzi agricoli si trasforma in brutale aggressione. Quattro uomini dell’est Europa lunedì pomeriggio avevo pianificato un colpo tra le campagne di Corchiano, doveva essere un colpo facile e veloce ma invece si è trasformato in un arresto per duplice tentato omicidio e rapina e tre denunce per furto.

A farne le spese però è un 84enne di Corchiano ancora ricoverato in condizioni gravi che è finito sotto le mani e le lame di uno degli uomini del gruppo. Lunedì scorso i carabinieri della stazione di Corchiano sono stati allertati per un furto avvenuto all’interno in zona Fallarese. Il proprietario di un fondo agricolo, secondo quanto ricostruito, aveva sorpreso quattro uomini dall’accento straniero all’interno del suo casolare di campagna dove custodiva gli attrezzi agricoli. Mentre 3 dei ladri si davano alla fuga per i campi, uno di loro, un rumeno di 31 anni che da anni vive a Corchiano, lo avrebbe aggredito rubandogli le chiavi della sua autovettura per darsi alla fuga.

Dopo poche centinaia di metri, presumibilmente a causa della forte velocità, il 31enne è finito fuori strada ed è stato costretto a proseguire a piedi, dirigendosi verso il centro abitato di Corchiano in zona Santa Maria del Soccorso. Qui, probabilmente in preda alla rabbia per il colpo non riuscito, ha fatto irruzione all’interno dell’abitazione di un anziano del posto. Il romeno, forse perché scoperto anche questa volta, ha aggredito la vittima, un 84enne, con un coltello procurandogli delle gravi ferite alla testa e si scagliava anche contro suo figlio presente in casa. Poi avrebbe rubato le chiavi dell’auto e sarebbe fuggito di nuovo.

Nel frattempo i carabinieri della compagnia di Civita Castellana sono riusciti mettersi sulle tracce del 31enne, ma davanti al posto di blocco l’uomo avrebbe cercato di forzare l’alt dei militari, speronando un’auto in sosta e cercando di investire un carabiniere. La rocambolesca fuga è terminata con un arresto. Nel frattempo, un’altra pattuglia della stazione di Corchiano è riuscita ad intercettare i complici (due cittadini rumeni di 50 e 37 anni ed un moldavo di 37 anni anch’egli) ancora nelle campagne in località Fallarese e ha portato anche loro in caserma per gli accertamenti del caso.

Per il 31enne si sono spalancate le porte del carcere con le accuse di rapina in abitazione, tentato omicidio sia dell’anziano che del carabiniere, tentato furto in concorso nel casolare, furto di due autovetture e danneggiamento aggravato di un’auto in sosta. I tre complì sono stati denunciati a piede libero per tentato furto. Le indagini del carabinieri sono ancora in corso per di stabilire la dinamica di quanto accaduto e se l’arrestato fosse sotto effetto di stupefacenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA