Botta e risposta tra Flaminia Calcio e Comune sugli impianti sportivi

Botta e risposta tra Flaminia Calcio e Comune sugli impianti sportivi
3 Minuti di Lettura
Sabato 17 Luglio 2021, 19:03

La Flaminia calcio potrebbe abbandonare Civita Castellana a causa degli impianti. Ma il comune  dice che sta lavorando per sistemarli. 

Sono sempre più insistenti le che darebbero per il calcio giovanile prossimo un trasferimento del settore rossoblù verso Nepi e Gallese poiché sono troppe le problematiche che da molti anni affliggono gli impianti civitonici e che, nonostante l'impegno della società del presidente Francesco Bravini, l 'amministrazione comunale non riesce a risolvere. Dalla sede di via Minio il presidente della società civitonica, non ha questa possibilità: “Da tre anni, insieme al Presidente della Jfc Tribolati ha detto Bravini - stiamo lottando contro i mulini a vento per poter rendere i complessi del Madami e del Casciani / Baccanari delle strutture idonee ad ospitare la serie D ei campionati giovanili. Nonostante l'impegno e le ingenti risorse economiche investite in collaborazione, purtroppo non riusciamo a portare a termine le opere minime necessarie per rendere le strutture idonee allo svolgimento dell'attività agonistica di base. Siamo molto legati al nostro paese e stiamo facendo tutto quanto è nelle nostre possibilità per terminare i lavori entro i termini necessari, ma dobbiamo prendere atto che le tempistiche burocratiche dell'amministrazione locale non sembrano essere compatibili con le date fissate dalla LND e dal Comitato Regionale. Al momento posso solo dire che quasi certamente saranno costretti ad iniziare la preparazione della prima squadra lontano dalla città che rappresentiamo. Nel giro di pochi giorni poi le nostre segreterie combinazione da giorni alle società i campi da associare alle società, serie D ai ragazzi più piccoli, per cui, nella situazione di totale incertezza abbiamo, necessariamente prendere contatti con tutte le società dei comuni limitrofi che grazie fin da ora per la disponibilità e la solidarietà dimostrata”. La replica del sindaco Luca Giampieri.« Tengo a precisare che il Comune sta lavorando per consentire alle società sportive civitoniche che li utilizzano di iniziare al meglio le prossime stagioni, così come per tutte le altre strutture sportive cittadine.  Fin dalle primissime settimane di mandato, è noto a tutti, abbiamo iniziato a lavorare insieme ai club sulle criticità riscontrate e, è giusto sottolinearlo, purtroppo ereditate. Mi spiace, pertanto, che il presidente della Flaminia Francesco Bravini sia uscito sulla stampa utilizzando toni non adeguati, soprattutto perché é perfettamente a conoscenza del fatto che lo stato degli impianti non dipende né dal sottoscritto né tantomeno dall’attuale amministrazione. La quale, per inciso, sta cercando di superare le criticità. Risolvendole nelle sedi opportune, quelle deputate al confronto senza che ci sia bisogno di alzare inutili polveroni”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA