Fanno il caos all'ospedale di Civita Castellana e a Calcata, denunciati: erano ubriachi

Martedì 30 Giugno 2020
L'ospedale di Civita Castellana
Problemi da alcool. Momenti di alta tensione al Pronto Soccorso dell'ospedale Andosilla domenica pomeriggio e nel centro storico di Calcata. Un giovane di Roma in preda ai fumi dell'alcool, è finito nei guai per aver messo sotto sopra il reparto del nosocomio e creato momenti di paura anche tra alcune persone presenti nella sala d'attesa. C'è voluta prima la pazienza dei medici e del personale per limitare i disagi e riportarlo alla calma. Infine c'è voluto l'intervento energico di una pattuglia di carabinieri. I militari sono riusciti a bloccare l'uomo, nel corso della scorribanda ed ha trasferirlo i caserma dove è stato denunciato oltre che per danneggiamenti anche resistenza. Sempre domenica pomeriggio a Calcata, meta di turisti da tutta Italia nel centro storico anche qui un ragazzo con molta probabilità anche lui di Roma, dopo aver bevuto qualche birra di troppo è andato fuori giri. Prima ha iniziato a litigare con una donna che si è allontanata, poi si è scagliato contro alcune bancarelle presenti lungo le strette viuzze del borgo che di solito mettono in mostra pezzi di artigianato mandandole tutte all'aria. A qual punto sono intervenuti alcuni volontari che erano presenti; sono riusciti a riportare la calma, sia tra gli ambulanti, sia tra i visitatori e anche con la persona che era andata oltre i limiti.
Nel frattempo qualcuno ha avvisato i carabinieri. Sul posto è arrivata una pattuglia di militari, che a fatica è riuscito a portare il giovane fuori dal centro storico e in ambulanza inviarlo all'Ospedale di Civita Castellana. I carabinieri hanno raccolto le testimonianze e indentificato l'autore del gesto che sarà denunciato per danneggiamenti e altre accuse .
Il resto del pomeriggio a Calcata, per fortuna, è trascorso in maniera molto tranquilla come nei tutti fine settimana.
  Ultimo aggiornamento: 18:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani