Esplosione nel palazzo, si indaga sulle cause: il giallo delle bombole. Quattro famiglie senza casa

Esplosione nel palazzo, si indaga sulle cause: il giallo delle bombole. Quattro famiglie senza casa
2 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Agosto 2021, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 18:29

Incendio a Vignanello: sette gli appartamenti dichiarati inagibili nella palazzina di corso Garibaldi dai vigili del fuoco. Tre i piani coinvolti, nei quali sono crollati i solai e una parte del tetto che era sostenuto da travi di legno. Quattro le famiglie rimaste senza casa (14 persone, tra cui alcuni anziani) che hanno trovato ospitalità da amici e parenti. Sette (un numero anomalo rispetto alle abitazioni) le bombole di Gpl recuperate e messe in sicurezza, sempre dalle squadre dei vigili del fuoco.

Vignanello, esplode bombola di gas in un appartamento: gli abitanti rifugiati sul balcone

I pompieri sono stati impegnati sul posto per quasi dieci ore, prima per domare le fiamme e poi per effettuare tutte le verifiche necessarie alla struttura che poi è stata interdetta. C'è stato un secondo intervento anche ieri mattina, perché tra le macerie continuava a salire il fumo dalla parte della palazzina distrutta, e per una ulteriore verifica.

Sulla cause che hanno scatenato le fiamme ancora non c'è una certezza, anche se è stata recuperata una bombola di gas che nell'esplosione ha disintegrato il piano superiore. Le prime lingue di fuoco e poi il fumo, a quanto sembra, sono state segnalate poco dopo mezzogiorno proprio al primo piano. In poco tempo le fiamme hanno raggiunto il piano superiore e il terzo, al momento disabitato.

Molti dei residenti sono riusciti a lasciare i propri appartamenti grazie anche all'aiuto di una vigilessa, che è stata una delle prime ad intervenire (poi sono arrivati altri colleghi) e che hanno permesso alla mamma e il bambino - di 15 mesi - di mettersi in salvo scendendo da una scala esterna a pioli messa a disposizione da alcuni vicini.

Attimi di terrore per i residenti nella zona. «Abbiamo sentito un boato fortissimo ha raccontato una donna che ha fatto tremare i muri e le finestre. Lo spavento è stato tantissimo. Ora ci dispiace per le famiglie rimaste senza abitazione». I vigili del fuoco, arrivati da Viterbo e Civita Castellana, hanno operato con quattro mezzi. Sul posto anche i carabinieri di Vignanello e della compagnia di Civita Castellana, oltre al sindaco Federico Grattarola.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA