Elezioni, sul candidato sindaco centrodestra e centrosinistra ancora al buio. E Frontini ringrazia

Elezioni, sul candidato sindaco centrodestra e centrosinistra ancora al buio. E Frontini ringrazia
di Massimo Chiaravalli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Marzo 2022, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 16:36

Mauro Rotelli non si candiderà a sindaco. Il deputato di Fratelli d’Italia ha tolto il suo nome dal tavolo e il centrodestra ora riparte praticamente da zero. Mentre dall’altra parte il centrosinistra finora è rimasto pressoché muto. E tra i due litiganti a godere rischia seriamente di essere il terzo. O meglio, la terza: Chiara Frontini, cui hanno lasciato finora praterie da solcare in solitaria.

Sul tavolo ufficialmente ci sono solo la leader di Viterbo 2020 e l’imprenditore Giovanni Scuderi. In mezzo, un’umanità politica varia e variopinta. Il centrosinistra balla su due dem, Alessandra e Alessandro: l’assessore regionale Troncarelli e l’ex presidente della Provincia Mazzoli. Entrati nella rosa dei papabili, potrebbero uscire cardinali. Programmi? Finora zero, esposizione mediatica idem. Giusto qualcosa Azione e 5 Stelle.

Più loquace il centrodestra. Tra fughe in avanti e mezzi sgambetti. Subito dopo la caduta dell’amministrazione Arena, per la fascia tricolore era iniziato a circolare il nome della meloniana Laura Allegrini, poi la Lega ha proposto il deputato di FdI. Tutto bloccato fino alle ultime ore, quando il diretto interessato ha fatto capire che non è il caso. E si riparte di slancio. Con chi? I verdi rivendicano la candidatura per Claudio Ubertini, cui avrebbero rinunciato solo per Rotelli. In mezzo sono circolati anche i nomi della forzista Antonella Sberna, ormai superato, sempre data in procinto di passare con FdI ma mai sbarcata, e del marito Daniele Sabatini, più affine al partito della Meloni.

Poi c’è Forza Italia, che merita un capitolo a parte. Il commissario Giulio Marini sta tentando di ricucire con i vecchi alleati e li ha pure incontrati. Forse l’affare andrà in porto insieme al fido Paolo Muroni. I berluscones però sono spaccatissimi: la triade Romoli, Micci e Lotti starebbe preparando una lista a sostegno del centrosinistra, mentre l’ex sindaco Arena va avanti da solo a testa bassa.

Mentre i poli si annusano, altrove esce un po’ di tutto: pronte a scendere in campo le liste Rinascimento di Sgarbi, Italexit di Paragone, Per i beni Comuni con il candidato sindaco Giuseppe Giulianelli, oggi superato in corsa da Luisa Ciambella. Ma nel valzer delle candidature, la vera notizia è che mancano i candidati veri. E Frontini ringrazia, mentre corre veloce in quelle praterie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA