Elezioni, Chiara Frontini alleata col centrodestra? Ecco cosa risponde

Elezioni, Chiara Frontini alleata col centrodestra? Ecco cosa risponde
di Massimo Chiaravalli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Gennaio 2022, 06:50

Chiara Frontini alleata col centrodestra? La voce ha iniziato a circolare con una certa insistenza quasi da subito: le trattative sarebbero in corso per l’eventuale turno di ballottaggio se non addirittura per il primo turno. E la diretta interessata, leader del movimento civico Viterbo 2020, cosa dice? Nell’immediato «non ce ne stiamo occupando», in prospettiva però a domanda diretta la smentita secca e decisa non arriva.

Nel 2018 Frontini ha corso in solitaria e al ballottaggio, contro l’ormai ex sindaco Giovanni Arena, ha sfiorato la fascia tricolore, mancandola per appena una manciata di voti. La forza del suo movimento è l’aver aggregato forze trasversali. Le indiscrezioni però dalla conferenza stampa del primo gennaio, con cui ha aperto la campagna elettorale, hanno iniziato a circolare. In quell’occasione la risposta su eventuali alleanze era stata: «Sul chi e sul come ci sarà tempo. Ora ci concentriamo sul cosa».

Questo era già ieri. E oggi? «Come ho già detto nel corso della conferenza stampa del primo gennaio – dice Frontini - in questo momento del tema alleanze et similia non ce ne stiamo proprio occupando. Ma non perché vogliamo evitare la questione, semplicemente crediamo che affrontare i temi strategici di sviluppo della città sia molto più importante e noi stiamo lavorando sodo per costruire il programma e dare finalmente un governo degno a questa città, in vista delle importantissime sfide che ci attendono».

Di contatti con il centrodestra però si parla in modo insistente. Lei tiene comunque il punto. «Se qualcuno dietro a questo atteggiamento vuole farci gossip faccia pure: noi – spiega - vogliamo portare un nuovo modo di interpretare la politica, concreto e orientato alla risoluzione dei problemi. Come dice il detto? Ciascun dal proprio cuor, l’altrui misura...».

Questo, dunque, è oggi. Domani? «Non possiamo ridurci a parlare di chi sta con cosa, con quale simbolo, è avvilente. A oggi non ho sentito un tema sul piatto del dibattito. Noi – conclude la candidata a sindaco di Viterbo 2020 – le tre sfide per la città le abbiamo già individuate». Ovvero ricucire gli strappi sociali, puntare tutto sul lavoro, ottenere e spendere i fondi fino all’ultimo euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA