Due giornate all'Orto Botanico di Unitus sulle tracce dell'antica fitoterapia

L'Orto botanico dell'Università della Tuscia
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 13 Maggio 2022, 11:02

“Aromataria: sulle tracce dell’antica fitoterapia”: è il titolo dell’iniziativa in svolgimento all’Orto Botanico “Angelo Rambelli” dell’Università della Tuscia (loc. Bullicame), il 14 e il 15 maggio dalle ore 10 alle ore 19,

«Un’occasione per conoscere il mondo delle piante officinali e di interesse alimentare – rivela Marcella Pasqualetti, responsabile scientifico della struttura - con: seminari tematici, didattici e divulgativi; visite guidate; esperienze pratiche, attività culturali e di intrattenimento; mostra-mercato con prodotti fitoterapici, alimurgici (l'alimurgia è la scienza che riconosce l'utilità di cibarsi di determinate piante selvatiche che sono edibili, ndc), e oggettistica a tema a cura di Diana Martignoni; laboratori didattici e creativi per bambini”.

Le relazioni sono state affidate a diversi esperti di alimentazione e fitoterapia. Si affrontano in tal modi le proprietà dei prodotti del Giardino dei semplici, delle erbe aromatiche, delle piante spontanee di interesse etnobotanico, dei mieli millefiori. Alberto Valentini di Slow Food Viterbo parlerà di “Filosofia di Slow Food a sostegno della biodiversità; mentre la cuoca Vittoria Tassoni è impegnata in uno show cooking sulle erbe aromatiche.

Il medico nutrizionista Roberto Miccinilli racconta le missioni scientifiche legate al progetto tra il Monastero di Vatopedi, la Scuola viterbese di Fitoterapia e l’Università della Tuscia, con l’intento di “riaccendere e rinnovare la tradizione delle piante medicinali nei monasteri del Monte Athos”. A questo proposito sarà proiettato un documentario sull’attività svolta nello Stato monastico greco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA