Detenuto viterbese arrestato per droga tenta il suicidio in carcere: salvato dagli agenti

Mercoledì 17 Aprile 2019
Un detenuto rinchiuso nel carcere di Viterbo, italiano, nella serata di ieri ha tentato di uccidersi impiccandosi. E' stato salvato e soccorso dagli agenti della Penitenziaria. Si tratta di un viterbese, di 48 anni pregiudicato, arrestato per droga nei giorni scorsi. L'uomo ieri mattina era stato portato davanti al giudice per le indagini preliminari per la convalida del fermo.

«Solo il tempestivo intervento dei poliziotti in servizio presso il reparto ove lo stesso era allocato ha scongiurato il peggio, dopo le prime cure presso la locale area sanitaria, immediatamente il detenuto è stato trasportato presso il locale pronto soccorso ed ora è ricoverato presso il reparto di Medicina protetta dell’istituto viterbese», spiegano i sindacati degli agenti in un comunicato unitario.

«Questo è l’ennesimo episodio che dimostra la professionalità e abnegazione al servizio, ma soprattutto forte attaccamento a quelli che sono i veri valori del lavoro del poliziotto penitenziario: la cura e la tutela della vita dei propri affidati», hanno sottolineato i sindacati. Che aggiungono: «Si pensi a tutti gli interventi in difesa dai soprusi da parte di detenuti facinorosi verso altri più deboli. Quotidianamente si assiste a fatti di violenza stroncati dall’intervento degli agenti. Senza la polizia penitenziaria si “sbranerebbero” gli uni con gli altri. L’unica vera regola sarebbe la prepotenza. Non succede questo, grazie al nostro lavoro». Ultimo aggiornamento: 19:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma