Covid, ripartono le prenotazioni dei vaccini. Nuove modalità anche per le prestazioni specialistiche

Vaccini a Viterbo
di Renato Vigna
2 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Agosto 2021, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 14:45

Le prime dosi possono ripartire. Dopo l’attacco degli hacker ai portali della Regione Lazio che ha provocato un temporaneo blocco, via libera alle prenotazioni dei vaccini. Ma non sarà tramite il consueto canale sinora utilizzato. Il link da utilizzare per fissare un appuntamento è prenotavaccino-covid.regione.lazio.it. Ripartite anche le registrazioni all’anagrafe vaccinale regionale, anche queste ripristinate con 24 ore di anticipo rispetto all’iniziale tabella di marcia della Regione.

Novità pure sul fronte delle prenotazioni per le restanti prestazioni specialistiche. Non sarà più necessario recarsi fisicamente nei vari Cup della Asl di Viterbo presenti sul territorio. L’azienda sanitaria ha infatti attivato un doppio canale: è possibile chiamare il numero 0761-236829 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16, oppure inviare una mail a gestione.prenotazioni@asl.vt.it.

Sul fronte della pandemia, intanto, ieri per la prima volta da tre settimane bilancio positivo: 26 i nuovi casi registrati ieri, superati però dai guariti che nell’arco delle stesse 24 ore sono stati 27. Gli ultimi positivi sono distribuiti in 13 comuni della provincia: 5 a Civita Castellana, 4 a Tarquinia, 3 a Viterbo, 2 a Bolsena, Monte Romano, Nepi e Vetralla, uno pro-capite a Bagnoregio, Calcata, Fabrica di Roma, Orte, Sutri e Tuscania. Dei casi di ieri, 18 presentano un link epidemiologico con altri precedentemente accertati e già isolati, 8 sono collegati a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in. L’età continua ad essere bassa: 23 contagiati sono nati dopo il 1978, tra di loro 6 minori di cui uno di 3 anni di Civita Castellana. 

Al momento, delle persone refertate positive al coronavirus, 2 sono ricoverate in una struttura Covid extra Asl, 3 nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Belcolle. I restanti 286 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. 

Novità anche per Fabrizio Bianchini, il viterbese ricoverato da giorni in Messico dopo aver contratto il virus: le sue condizioni stanno migliorando, sebbene abbia ancora bisogno dell’ossigeno per respirare. Il fratello Paolo, già consigliere comunale, esponente di Fratelli d’Italia nonché inventore del movimento dei ristoratori Mio, è partito ieri alla volta del Paese sudamericano con l’intento di riportarlo a casa, non appena ci saranno le condizioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA