Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid, 7 neonati positivi nel Viterbese. E un 36enne è finito in Terapia intensiva

Malattie infettive a Belcolle
di Renato Vigna
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Dicembre 2021, 11:29 - Ultimo aggiornamento: 15:52

Ci sono anche 7 neonati tra i positivi del Viterbese. I numeri di questa quarta ondata confermano come il Sars-Cov2 stia colpendo molti minorenni. Al momento, in provincia ci sono 372 under18 contagiati, di questi 256 hanno meno di 12 anni. Molti sono quindi in età scolare con ripercussioni inevitabili, in primis le quarantene e il ritorno alla didattica a distanza. Rispetto al totale di 1.575 persone attualmente positive, i minori sono all’incirca un quarto. 
Anche ieri, su 61 nuovi contagiati rivelati dalla Asl, 20 hanno meno di 18 anni (8 sono under12) con età comprese tra un anno e 17 anni. Proprio alla fascia d’età tra i 5 e gli 11 anni sono dedicati i cinque centri vaccinali in fase di allestimento. Si troveranno al consultorio di Viterbo, al piano terra della Cittadella della salute; al distretto di Tarquinia e in quello di Civita Castellana; al consultorio di Vetralla e al Cup di Montefiascone. Le prenotazioni per questa fascia d’età partiranno lunedì 13 dicembre e le prime inoculazioni inizieranno il 15 novembre.

Nella giornata di ieri, la curva è leggermente scesa per la seconda volta consecutiva grazie a un numero di guariti superiore a quello dei nuovi contagiati: 84 contro 61. Ma balza agli occhi l’aumento dei posti letto occupati per Covid-19: due giorni fa erano 19, ieri sono saliti a 22. Soprattutto, due in più i malati finiti a Terapia intensiva a Belcolle: finora erano 4, ora sono arrivati a 6. Oltre al numero, saliente l’età: si tratta di un paziente di 36 anni e di uno di 52, entrambi intubati a causa dell’infezione.

Per quanto riguarda la distribuzione geografica dei casi di ieri, 10 sono a Viterbo, 8 a Nepi, 6 a Sutri, 5 a Canino, 4 a Montalto di Castro e a Montefiascone, 2 a Capranica, Gallese, Oriolo Romano, Vetralla, Vignanello e Vitorchiano, uno ad Acquapendente, Blera, Bolsena, Bomarzo, Civita Castellana,  Farnese, Grotte di Castro, Monterosi,  Orte,  Soriano nel Cimino, Tarquinia e Valentano.

Intanto, sui social continuano gli appelli alla vaccinazione. Come quello del sindaco di Canepina, Aldo Moneta: “Terza dose – scriveva ieri - appena fatta al centro vaccinale della Grotticella. Complimenti alla Asl di Viterbo e alla Regione Lazio per la macchina operativa. Serve vaccinarsi sia per diminuire il rischio del contagio che quello di contrarre la malattia in maniera grave. Queste cose non le dico ma i medici e gli scienziati che sono le uniche guide che abbiamo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA