Civita Castellana, un futuro per l'ex Ghiacciaia? Il teatro. Il sindaco: «Sarà un attrattore culturale»

Civita Castellana, un futuro per l'ex Ghiacciaia? Il teatro. Il sindaco: «Sarà un attrattore culturale»
2 Minuti di Lettura
Martedì 4 Gennaio 2022, 10:36 - Ultimo aggiornamento: 12:35

Realizzazione del teatro a Civita Castellana con i fondi del Pnrr. Sono arrivati nelle casse comunali 508 mila euro dal Governo, destinati al progetto ex Ghiacciaia: i fondi per la riqualificazione urbana sono destinati all'antica struttura del centro storico, un tempo adibita alla produzione di ghiaccio e operativa fino alla metà del 900. I fondi sono relativi alla Missione 5 del Pnrr, che prevede investimenti in progetti di rigenerazione urbana per ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale; i lavori dovranno partire entro il 2020.Dopo il restyling, nell'area sarà previsto anche uno spazio teatrale destinato a eventi culturali e sociali.

E' una delle priorità dell'attuale amministrazione, che ha considerato questo progetto tra le scelte del proprio programma. «Per la città il recupero dell'area ex Ghiacciaia è un risultato importante sotto molteplici punti di vista afferma il sindaco Luca Giampieri - e la creazione di questo attrattore culturale nel cuore del centro avrà una ricaduta certamente positiva anche per le attività commerciali circostanti. Inoltre, la struttura nascente rappresenterà un luogo di aggregazione con funzioni culturali, dedicato in particolare alle giovani generazioni che nella nostra cittadina, al momento, non hanno idonei spazi destinati ad attività artistiche e culturali».

Anche secondo l'assessore ai Lavori pubblici, Carlo Angeletti, l'obiettivo è quello «di migliorare la qualità della vita nella nostra città. Attraverso l'ottenimento di questo tipo di finanziamenti si va ad incidere nel tessuto delle aree urbane, strettamente connesso a quello sociale. Questo implica di poter ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado, oltre che di migliorare la biodiversità, la sicurezza dei luoghi e anche la mobilità. Un particolare ringraziamento va all'ufficio tecnico comunale per il lavoro svolto anche in questa occasione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA