Civita Castellana, gli studenti del Colasanti ambasciatori d'Europa

Civita Castellana, gli studenti del Colasanti ambasciatori d'Europa
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Maggio 2022, 11:34

Per la Festa d’Europa, gli studenti e i rappresentanti dell’istituto scolastico Colasanti di Civita Castellana hanno celebrato l’evento “Scuola ambasciatrice del Parlamento Europeo” (Epas) nella sala consiliare. Diversi gli interventi in scaletta, insieme a quello dell’assessore alla pubblica istruzione Simonetta Coletta che ha aperto la mattinata di lavoro.

Ad alternarsi nel dialogo con gli studenti si sono succeduti la dirigente scolastica Angela De Angelis, la docente Maria Grazia Turano, il professore Alessandro Ruggeri dell’Università degli studi della Tuscia e, collegato in modalità telematica, l’ambasciatore della fondazione Megalizzi Pietro Sala. Il progetto Epas ha coinvolto gli studenti del quarto anno dell’istituto tecnico economico ed è stato realizzato grazie a Italiacamp, partner del Parlamento Europeo in Italia.

Gli studenti che vi hanno preso parte hanno ricevuto un attestato di Ambasciatori Junior del Parlamento Europeo, consegnatoli a conclusione dell’evento odierno, mentre la scuola è stata insignita del titolo di Scuola Ambasciatrice del Parlamento europeo. Il percorso ha avuto inizio con un primo incontro con Italiacamp, avvenuto lo scorso 25 gennaio, in cui le tematiche affrontate hanno riguardato il processo di integrazione, il funzionamento e le istituzioni europee con particolare attenzione, naturalmente, al Parlamento Europeo. Successivamente, il 28 febbraio gli alunni si sono potuti confrontare con l’ambasciatore della Fondazione Megalizzi, Pietro Sala, per un approfondimento sulla legislazione in materia di transizione ecologica ed economia circolare.

L’esperienza, i cui incontri sono avvenuti con collegamenti in streaming dato il periodo pandemico, è stata di grande arricchimento per gli studenti che hanno messo a frutto l’insegnamento realizzando anche un ebook e una presentazione, da divulgare internamente alla scuola ma anche al di fuori, attraverso il canale social Instagram, i valori e gli obiettivi della Unione Europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA