Civita Castellana, rifiuti abbandonati e niente pulizie extra: scontro tra opposizione e neo assessore

Civita Castellana, rifiuti abbandonati e niente pulizie extra: scontro tra opposizione e neo assessore
2 Minuti di Lettura
Domenica 16 Gennaio 2022, 13:50

Rifiuti abbandonati a Civita Castellana, la minoranza è tornata all'attacco. Secondo Rifondazione comunista e Pd, il sindaco Luca Giampieri non ha mantenuto la promesse, come aveva annunciato nei giorni scorsi, di dare il via a una raccolta straordinaria.

La situazione resta critica.«I cumuli dei rifiuti lungo le strade del nostro comune - dice Yuri Cavalieri, capogruppo di Rifondazione - sono ancora evidenti. Le bonifiche annunciate forse non sono partite. La città continua ad essere una pattumiera a cielo aperto e molti cittadini non sono contenti di questa situazione. Come in località Terrano e nei parcheggi di via Belverde Falerii».

Secondo il Pd civitonico «ancora una promessa mancata da questa amministrazione - dice Simone Brunelli - che va avanti solo a spot. E' evidente lo stato di abbandono della città: da tempo parlano di mettere in opera delle foto trappole per individuare gli autori di questi sfregi, ma tutto resta fermo alle parole».

Il problema dei rifiuti abbandonati da giovedì scorso è passato di competenza, con il varo della nuova Giunta. La delega all'ambiente è stata consegnata a Massimiliano Carrisi, una delle new entry che ha subito rispedito le accuse ai mittenti.

«Quello dei rifiuti lasciati in strada o in altri luoghi è un tema su cui l'amministrazione stava impegnandosi già da qualche giorno - ha detto - e i risultati sono evidenti. Molte aree sono state ripulite e alla Polizia locale è stato demandato il compito di individuare gli autori attraverso dei controlli in atto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA