Civita Castellana, con O Puccio è ritornato il Carnevale storico

Civita Castellana, con O Puccio è ritornato il Carnevale storico
di Ugo Baldi
2 Minuti di Lettura
Domenica 22 Gennaio 2023, 14:39

È iniziato ieri il carnevale civitonico. L'edizione 2023 è stata salutata con l'ingresso de O Puccio in piazza Matteotti. L'iniziativa per la prima volta è stata firmata dalla neo nata Fondazione per il carnevale storico di Civita Castellana, che ha realizzato il fantoccio di carta pesta con la collaborazione di volontari e artigiani locali.

« In pratica spiega il presidente della Fondazione Valerio Turchetti - è stato rappresentato un mondo allegro con all'interno in simbolo del nostro carnevale, il miglior segnale da dare per ricominciare questa kermesse molto partecipata in città e seguita da migliaia di persone ad ogni appuntamento».

A salutare il taglio del nastro la musica della banda folcloristica La Rustica, che ha allietato le persone presenti felici, che dopo due anni non sono volute mancare alla ripartenza del periodo più pazzo dell'anno, che avrà il suo momento topico il 19, 21 e 26 febbraio con le sfilate dei corsi di gala a cui prenderanno parte non meno di 3mila persone in maschera che partiranno da via San Gratiliano e termineranno il percorso nel centro storico dopo tre o quattro ore di baldoria tra coriandoli, stelle filanti e musica a tutto volume. Roba da far invidia a carnevali di mezza Italia. Previsto anche un appuntamento dedicato ai bambini per giovedì grasso.

Il carnevale di Civita Castellana è tra i più longevi della penisola.Le prime notizie sono state riportate nel 59 a.c. ai tempi dei Falisci; per la prima volta il carnevale è stato citato ufficialmente nello statuto comunale nella meta del 1400 che è stato poi stampato nel 1566, con la descrizione della festa popolare in cui erano stati inseriti tra gli appuntamenti la corsa dell'anello e il tiro della balestra.

Una data che colloca questo appuntamento molto prima del Carnevale di Venezia e altri più rinomati appuntamenti italiano di questo settore

© RIPRODUZIONE RISERVATA