Civita Castellana, Partito democratico sulla via del commissariamento dopo i ko alle elezioni

Mercoledì 7 Ottobre 2020
Il segretario cittadino Mattia Catalani

Il Partito democratico di Civita Castellana sulla via del commissariamento, forse già da domani. Sono stati convocati in via Polidori, a Viterbo, il segretario Mattia Catalani e la componente della direzione provinciale di Civita, Rossella Ciuccarelli. Ad accoglierli ci sarà il segretario regionale del partito, Bruno Astorre. All'ordine del giorno c'è l'analisi del voto alle comunali, che farà da apripista alla decisione di ripartire da zero.

Le due sconfitte elettorali alle amministrative locali in poco più di un anno non sono passate inosservate alla segreteria regionale del partito, che ha dato indicazione di commissariare tutti i circoli che non sono andati al ballottaggio - tra cui appunto quello di Civita. La palla, a quanto sembra, non è passata dalla segreteria provinciale che dovrà prenderne atto.

«Bisogna ricostruire con pazienza il partito ha detto la segretaria provinciale Manuela Bendetti - perché Civita Castellana è stata sempre un riferimento per il centro sinistra. Ci vuole un clima di serenità e fiducia per formare la nuova classe dirigente, perché sono certa che il Pd può tornare ad essere il partito che sa ascoltare i bisogni della gente». Venerdì scorso si è tenuta una riunione del direttivo a cui hanno preso parte il segretario provinciale Benedetti e l'ex deputato Alessandro Mazzoli.

Naturalmente non tutti hanno sposato l'idea di dover sottostare alle dirette dipendenze di un commissario: «Anche perché l'ultima debaclè elettorale hanno detto fuori dalla sede Pd di via San Gratiliano - ha diversi padrini a livello provinciale e regionale». La strada di andare al congresso di circolo entro breve tempo, per ora sembra una soluzione remota.
 

Ultimo aggiornamento: 12:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA