Civita Castellana, i colori per ceramica arrivano in Turchia: coloreranno il centro culturale di Istanbul

Venerdì 29 Maggio 2020 di Ugo Baldi
Gli smalti per ceramica italiani conquistano la Turchia. Sono quelli realizzati dalla Gemica, azienda leader nella produzione di colori nel distretto industriale di Civita >astellana (Viterbo): saranno utilizzati per la realizzazione del Centro culturale “Ataturk” di Istanbul.

Il nuovo centro, che sarà una attrazione per migliaia di turisti che visitano la città a cavallo tra l'Asia e l'Europa, diventerà a breve anche punto di riferimento di cultura contemporanea; si rivolgerà a un pubblico molto vasto e ospiterà spettacoli di livello internazionale. Il centro avrà anche sedi che vanno dal cinema, a sale espositive, caffè e ristoranti.

L'attrazione principale sarà la cupola realizzata in ceramica locale, che include tribune e spazi dell'opera colorati di bordeaux. Colore che è stato sviluppato nello stabilimento diretto da Ermanno Gagliardi. Si tratta di una realizzazione a forma di sfera, con 15mila pezzi piramidali 40x40, come spiega l'artista e consulente del progetto, Alexandra Khuen-Belasi. La struttura impiega tonnellate di materiale della stessa tonalità, che sono state scelte dall'architetto Murat Tabanlioglu per dare un tocco di colore all'edificio di architettura moderna.

I tempi per terminare questo immenso progetto saranno di almeno due mesi. Lo smalto è stato scelto per le garanzie di durata e di brillantezza. La Gemica è stata selezionata per qualità dei materiali proposti e con questo lavoro, entra nell'olimpo delle imprese del distretto di Civita che trasferiscono a livello internazionale le loro competenze e la professionalità grazie anche agli investimenti nella ricerca.

Ancora più importante è l'obiettivo di aver conquistato la Turchia che ha grandi tradizioni ceramiche. «E' stato un lavoro di equipe che ci rende orgogliosi e ringrazio lo staff - dice Gagliardi - abbiamo raggiunto un traguardo, che si aggiunge a quello di Maimi, dove i nostri smalti sono stati utilizzati per la realizzazione del centro esposizioni delle Perrier. Tutte iniziative che si spronano a fare sempre meglio».  Ultimo aggiornamento: 18:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani