Distretto ceramica: sgravi fiscali sulle bollette dell'energia elettrica, ok dalla Commissione Europea

Distretto ceramica: sgravi fiscali sulle bollette dell'energia elettrica, ok dalla Commissione Europea
di Ugo Baldi
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Dicembre 2021, 09:50 - Ultimo aggiornamento: 09:56

Regalo di Natale dell'Europa per la ceramica: tornano gli sconti degli oneri fiscali legati al costo dell'energia elettrica per la ceramica sanitaria.

La notizia interessa il distretto industriale di Civita Castellana, con oltre trenta aziende del settore che rappresentano un'eccellenza del Made in Italy, danno lavoro a migliaia di persone.

La Commissione europea ha approvato le linee guida che disciplinano gli aiuti di Stato a sostegno dei progetti per la protezione dell'ambiente, il clima e l'energia verde. In una prima versione, la proposta della Commissione escludeva il settore ceramico, che comprendeva anche il settore dei laterizi, dagli sconti degli oneri fiscali legati al costo dell'energia elettrica, con effetti devastanti sull'intero comparto.

Grazie all'impegno del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e dell'eurodeputata Elisabetta Gualmini, in collaborazione con Confindustria Ceramica e gli enti locali emiliano-romagnoli, si è arrivati ad ottenere una revisione e a inserire le ceramiche nell'ambito degli aiuti. Il testo sarà operativo a partire dal prossimo gennaio, mettendo a disposizione decine di milioni di euro di sgravi fiscali per le imprese, che così possono tirare il fiato sui costi di gestione.

«Siamo davanti a un risultato straordinario per il quale ho lavorato moltissimo - ha detto Gualmini -: le ceramiche sanitarie e i laterizi potranno beneficiare di aiuti di Stato, in modo da affrontare in modo più equilibrato una giusta transizione ecologica. Non possiamo punire imprese che inaugurano processi di revisione dei modelli di produzione. Dobbiamo assecondare una transizione giusta ed evitare ripercussioni su forze di lavoro e competitività. E' un ottimo risultato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA