Coop, caporeparto lancia tazzina di caffè bollente contro una commessa

Coop, caporeparto lancia tazzina di caffè bollente contro una commessa
2 Minuti di Lettura
Martedì 27 Aprile 2021, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 14:39

Grave episodio di violenza sul posto lavoro alla Coop di Civita Castellana, nel corso di una accesa discussione ieri mattina, all’inizio del turno, tra due dipendenti. Secondo quanto ha raccontato Francesco Iacovone del sindacato Cobas, un caporeparto del supermercato ha aggredito una commessa gridando nei suoi confronti parole offensive, per poi gettarle addosso una tazzina di caffè bollente.

Da parte della direzione di Unicoop Tirreno è stato affermato che “si sta verificando quanto è accaduto” e che “se verranno riscontrate responsabilità, saranno presi i dovuti provvedimenti disciplinari”.

Secondo il sindacato Cobas si tratta di un episodio “che ci rappresenta ancora una volta quanta violenza di genere viene esercitata nei luoghi di lavoro, troppo spesso nel silenzio e nella solitudine di donne che non hanno la forza di denunciare”.  La delegata Cobas ha immediatamente denunciato l'accaduto alla direttrice, “mentre noi - aggiunge Iacovone - abbiamo avvisato i vertici aziendali. Perché un atto così violento mette a repentaglio la sicurezza della lavoratrice e viola profondamente la sua dignità di donna».

Sulle cause che hanno scatenato lo scontro non c’è ancora chiarezza. “Qualsiasi causa sia stata – ha concluso Iacovone - non può giustificare una reazione violenta fisicamente o verbalmente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA