CORONAVIRUS

A Caprarola spopola “Io resto a casa”, la sit-com in dialetto che regala sorrisi

Domenica 29 Marzo 2020 di Ugo Baldi
Il sindaco Stelliferi con uno degli attori
A Caprarola hanno trovato la maniera di regalare un sorriso. L’iniziativa è stata del Comune utilizzando la pagina Facebook istituzionale, dove è stato lanciato il fenomeno di Rossana, una donna vecchio stampo, interpretata dall’attore amatoriale Angelo Borgna, attraverso filmati, ricchi di battute in stretto dialetto caprolatto (con tanto di sottotitoli). In una sola puntata, il video ha raggiunto le 64 mila visualizzazioni.
 
Coinvolge una media di 8 mila follower ogni volta. Si tratta di una vera telenovela intitolata “Io resto a casa” in cui in pochi minuti vengono presentate le regole dei vari decreti, in chiave comica. Rossana, oltre a Vittoriuccia e Gojermo, sono i tre personaggi che vengono proposti al pubblico, su testi scritti da Nicoletta Pizzi.

«D’altra parte la funzione dei Comuni – ha spiegato il sindaco Eugenio Stelliferi - in questa emergenza, è fondamentale. I sindaci sono i primi a dover attivare tutta una serie di servizi per i cittadini e le loro famiglie anche attraverso i social. Informazioni aggiornate, comunicazioni alla cittadinanza, ultime notizie sono ben accettate, noi abbiamo voluto aggiungere qualche risata che alla fine ci sta bene».

A Caprarola, la tradizione del teatro popolare ha radici lontane, che affondano nel fervore del post Sessantotto, quando si formò il primo circolo culturale del paese. Tre le compagnie teatrali amatoriali dialettali in attività in questo momento: Teatro popolare Liuzzi, Li Focò e Quelli del Martedì.

«E’ stato un successo inaspettato – ha detto uno dei curatori - e la pagina è diventata un punto di riferimento per molte persone, non solo di Caprarola, ma sparse in tutta Italia che ci hanno scoperto e ci seguono con attenzione». Per tornare agli sketch, finora sono 15 quelli prodotti e non è esclusa qualche sorpresa da parte di Rossana, pronta a regalare un sorriso agli affezionati del web, che in questa maniera riescono a mitigare la permanenza forzata in casa.
 

  Ultimo aggiornamento: 13:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani