Positivi in squadra: bloccata a Fiumicino, Viterbese dietro front

Domenica 25 Ottobre 2020 di Paolo Graziotti
Il presidente Romano

Viterbese bloccata ieri pomeriggio all'aeroporto di Fiumicino, e la gara di oggi è stata posticipata alle 20,30. La squadra non è stata lasciata partire per la trasferta di Vibo Valentia, dove oggi alle 15 avrebbe dovuto incontrare la Vibonese in occasione della settima giornata di andata del campionato. La squadra è così ritornata a Viterbo.

A raccontare la disavventura della formazione gialloblù è lo stesso presidente Marco Romano. «La squadra doveva prendere l'aereo a Fiumicino alle 17.20 per Vibo - spiega - e ciò non è stato possibile a causa di tre positivi al Covid del gruppo squadra. I nuovi tamponi si erano resi necessari perché proprio martedì sera era stata riscontrata la positività di un giocatore, e proprio la stessa mattina della gara di mercoledì sera contro il Bisceglie, tutti i giocatori erano stati già sottoposti ad un altro test molecolare».

«Nemmeno siamo potuti partire con il pullman - continua il presidente - in quanto la società Federlab convenzionata con la Lega non ci ha ancora dato i risultati di sette tamponi. Quindi non possiamo partire e nello stesso tempo se non andiamo a Vibo ci aspetta un 0-3 a tavolino è una penalizzazione. Io mi chiedo che cosa dobbiamo fare? Seguire il protocollo? Quindi che cosa dobbiamo fare? La partita di domani potrà essere giocata? Sarà regolare».

Nel caso in cui i sette risultati mancanti siano arrivati in serata, la Viterbese dovrebbe partire questa mattina e per questo la partita è stata posticipata alle 20,30.

«Non possiamo scendere immediatamente in campo dopo esserci fatti nove ore di viaggio in pullman ha precisato Romano. La Viterbese dovrebbe aver quindi scongiurato la possibilità di essere penalizzata di un punto in classifica è di perdere per 3-0 a tavolino la partita contro la Vibonese. Nel caso la gara si dovesse giocare, la compagine gialloblù giocherebbe già con diversi assenti oltre agli infortunati Falbo, Simonelli e Urso che già non sarebbero stati della partita».


Durante questa stagione non è la prima volta che la squadra gialloblù si trova a dover far fronte agli imprevisti dovuti alla pandemia. Già alcuni giorni dopo la prima parte della preparazione che era stata effettuata a Cascia, una volta che la squadra era tornata ad allenarsi a Viterbo, all'interno del gruppo erano stati trovati cinque casi di positività. La squadra era stata costretta a non allenarsi per una settimana ed era stata sottoposta a test molecolari ogni due giorni. Non tutti i giocatori a cui era stata riscontrata la positività hanno fatto ancora ritorno nel gruppo, poi proprio alla vigilia della partita di mercoledì scorso contro il Bisceglie allo stadio Enrico Rocchi è stato riscontrato un altro giocatore positivo e quindi la gara era stata posticipata dalle 18,30 alle 20,30 proprio come successo per la partita di oggi.

Ultimo aggiornamento: 21:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA