Belcolle, dal governo oltre 39 milioni: tre volte i fondi del Plus. Ecco gli interventi

Belcolle, dal governo oltre 39 milioni: tre volte i fondi del Plus. Ecco gli interventi
di Massimo Chiaravalli
3 Minuti di Lettura
Domenica 10 Ottobre 2021, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 19:12

Sta arrivando una mole di fondi enorme. Il governo ha stanziato per l’ospedale di Belcolle oltre 39 milioni di euro, finalizzati alla “Ristrutturazione e adeguamento normativo, ammodernamento tecnologico”: così il titolo dell’intervento, ma dietro c’è molto di più. Un finanziamento che però non è la classica promessa da libro dei sogni: i soldi ci sono, è già tutto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.

I fondi arrivano sulla base di richieste avanzate dalla Asl e saranno erogati tramite la Regione Lazio. Tanto per farsi un’idea, i 39 milioni e 80.907, 56 euro destinati all’ospedale viterbese sono il triplo dei soldi arrivati nel 2012 grazie al progetto Plus, che è valso la riqualificazione di Valle Faul, la realizzazione degli ascensori, la pensilina e tutto il resto.

Il finanziamento per Belcolle servirà per mettere a posto un bel po’ di cose: si tratta di interventi per la gran parte antisismici e strutturali, per l’adeguamento alla normativa antincendio, l’ammodernamento tecnologico, la climatizzazione centralizzata degli ambienti, un programma esteso di ristrutturazione interna, ovviamente anche per quanto riguarda le degenze. Insomma, una lunga serie di lavori migliorativi che andranno a toccare solo la parte vecchia, non l'ampliamento.

Il finanziamento parte da un decreto del presidente del consiglio dell’11 giugno 2019, con il quale si dispone, tra l’altro, la ripartizione del fondo e vengono assegnati al ministero della salute 900 milioni per gli anni dal 2019 al 2033. I fondi per Belcolle arriveranno presto: oltre 9 milioni erano già previsti per il 2020, poi 10 l'anno per il 2021 e il 2022, 3 nel 2023, 2 nel 2024 e gli ultimi 5 nel 2025. Tutto nasce dal fondo finalizzato al rilancio degli investimenti delle amministrazioni centrali dello Stato e allo sviluppo del Paese. Un po’ di burocrazia ha portato alla firma del decreto di stanziamento lo scorso 16 luglio, ma è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale solo questa settimana.

Su 100 interventi finanziati, nel Lazio ce ne sono solo due: oltre a Belcolle c’è lo Spallanzani di Roma, cui vanno 5,2 milioni. L’ospedale viterbese è tra quelli che hanno ottenuto il bottino più alto in assoluto. Di più hanno preso solo il San Matteo di Pavia per l’adeguamento ai requisiti tecnologici generali e messa a norma (96,6), l’ospedale di Padova per il miglioramento sismico (70 milioni), il Sant’Orsola – Malpighi per la riqualificazione del polo delle medicine e dei poli funzionali (64), la realizzazione di due ospedali ex novo, ovvero quello del ponente ligure (47) e l’altro di Macerata (55), il Veneziale di Isernia per l’adeguamento strutturale (46 milioni e 155.432,38).

© RIPRODUZIONE RISERVATA