Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Autista di tir fa volare il drone durante la pausa di guida: denunciato dal commissariato, maxi multa e sequestro

Autista di tir fa volare il drone durante la pausa di guida: denunciato dal commissariato, maxi multa e sequestro
di Marco Feliziani
1 Minuto di Lettura
Martedì 4 Giugno 2019, 17:17 - Ultimo aggiornamento: 19:05

Un autista di un tir è stato denunciato ieri sera per aver alzato un drone senza i titoli previsti dalla normativa dell’ente nazionale per l’aviazione civile.
 
L’uomo, un romeno residente nella capitale, approfittando della pausa di guida, si era fermato con il mezzo pesante poco dopo il casello dell’autostrada Tirrenica, certo di portare a casa delle belle immagini del panorama della cittadina etrusca. Ma una volta alzato il drone, è arrivata una segnalazione al commissariato di Polizia di zona e gli agenti hanno iniziato gli accertamenti per rintracciare il pilota.

Con l’ausilio della Polizia stradale, i poliziotti hanno identificato l’uomo, riscontrando che era sprovvisto del brevetto di guida, dell’assicurazione e del giubbetto identificativo per pilotare il drone. Oltre ad essere denunciato, rischia pesanti sanzioni anche amministrative. Il velivolo è stato sequestrato.

La normativa – in costante aggiornamento -  prevede infatti multe salatissime per chi non rispetta gli obblighi previsti per legge. DroneZine, la prima rivista italiana sui droni, riporta in un articolo come ad esempio la mancanza di copertura assicurativa comporta una sanzione amministrativa da 50mila a 100mila euro. Occhio dunque ad infrangere le regole dei cieli, sulla sicurezza in campo aeronautico non si scherza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA