CORONAVIRUS

Aule a prova di virus, alle scuole della Tuscia un milione e mezzo

Venerdì 10 Luglio 2020 di Ugo Baldi
Aule a prova di virus. Sono oltre un milione mezzo di euro i fondi assegnati alla provincia di Viterbo e ai Comuni della Tuscia che hanno fatto richiesta per l'adeguamento e l'adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell'emergenza sanitaria da Covid-19. Il ministero dell'Istruzione ha pubblicato i risultati relativi al bando, che ha messo a disposizione 330 milioni di euro per il finanziamento degli interventi. Si tratta di stanziamenti per l'edilizia cosiddetta leggera. Non è passata inosservata l'assenza nella lista di Civita Castellana (secondo comune della provincia) tra le oltre 26 amministrazioni comunali del viterbese premiate. L'aria di campagna elettorale poiché è in programma il rinnovo del parlamentino locale dopo lo scivolone del centrodestra ha fatto scattare le proteste dell'opposizione. «Nel momento in cui i cittadini avevano più bisogno delle istituzioni- ha detto Simone Brunelli consigliere comunale uscente del Pd - e di una classe politica seria e responsabile, ed altri sindaci lavoravano per garantire i servizi essenziali, la maggioranza di centrodestra a Civita litigava per assessorati e deleghe. La conseguenza è ovvia: ci siamo lasciati scappare opportunità enormi, come questa, che avrebbe aiutato e non poco nel predisporre strutture comunali per la ripartenza in piena sicurezza dell'anno scolastico. Errore imperdonabili per chi vorrebbe rappresentare la nostra comunità, che mettono in seria difficoltà dirigenti scolastici, professori, studenti e genitori. Confidiamo nell'intervento del commissario».
L'Amministrazione provinciale, per gli istituti di sua competenza, è stata premiata con un contributo di 750 mila euro, mentre al Comune capoluogo ne arriveranno 310 mila. L'elenco dei Comuni: Acquapendente 15 mila euro, Barbarano Romano 3 mila, Bassano in Teverina 3 mila, Blera 15 mila, Bolsena 6 mila, Canepina 6 mila, Capodimonte 3 mila, Caprarola 15 mila, Castel Sant'Elia 6 mila, Castiglione in Teverina 15 mila, Faleria 6 mila, Graffignano 6 mila, Lubriano 3 mila, Marta 15 mila, Montefiascone 40 mila, Nepi 40 mila, Oriolo Romano 15 mila, Orte 40 mila, Ronciglione 40 mila, Soriano nel Cimino 28 mila, Tuscania 28 mila, Valentano 6 mila, Vetralla 70 mila, Villa San Giovanni in Tuscia 3 mila, Vitorchiano 28 mila.
  Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 15:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA