Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Asl, Questura e carabinieri siglano il protocollo contro la violenza di genere

Asl, Questura e carabinieri siglano il protocollo contro la violenza di genere
di Diego Galli
2 Minuti di Lettura
Sabato 9 Aprile 2022, 06:20

Presso la Cittadella della salute di Viterbo è stato sottoscritto il protocollo d’intesa interistituzionale per la realizzazione di sinergiche a tutela delle vittime di violenza. Firmatari dell’iniziativa, il questore di Giancarlo Sant’Elia, la dirigente ASL Daniela Donetti e il comandante provinciale dei carabinieri Andrea Antonazzo. “Questo protocollo - ha spiegato Donetti - si colloca nel solco di un percorso di collaborazione già da tempo operativo tra la nostra azienda, la Questura e il Comando provinciale Carabinieri, rafforzandolo con un’importante cornice istituzionale, attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico-operativo permanente".

Tra gli obiettivi principali del protocollo, quello di migliorare la tempestività con cui si individuano le criticità, ottimizzare i sistemi di informazione e i percorsi di formazione su tutto il territorio e incrementare, in senso lato, la sicurezza di tutte le vittime. “Esprimo soddisfazione - ha aggiunto il Questore Sant’Elia - per la sottoscrizione di questo importante protocollo che sugella la collaborazione tra istituzioni nell’attività di contrasto alla violenza di genere, ambito nel quale la Polizia di Stato è attiva da sempre". Estremamente soddisfatto, anche il comandate dei carabinieri Antonazzo. “Questo Protocollo - ha sottolineato - è un forte impegno a garantire ai più deboli, a fianco dell’Asl con la Polizia di Stato, livelli di tutela sempre più elevati e un chiaro messaggio di assoluto e incondizionato rifiuto dei comportamenti criminali in cui consistono le violenze".

In chiusura della conferenza, Daniela Donetti ha voluto ribadire l'importanza dell'iniziativa, avviatasi in tutta Italia dallo scorso 8 marzo. “Stiamo già lavorando affinché #LOTTOcontrolaviolenza possa proseguire negli anni - ha dichiarato - affermandosi nell’istituzione a livello nazionale di un mese finalizzato alla promozione di progetti di sensibilizzazione del fenomeno, a migliorare la prevenzione, a integrare le politiche educativo-formative e a rafforzare le risposte per le vittime della violenza. Contro ogni forma di violenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA