Arma, Egidio lascia il comando del Nucleo investigativo al suo posto Francesco Anania

Il comandante Friano e il colonnello Egidio
2 Minuti di Lettura
Martedì 6 Dicembre 2022, 05:30 - Ultimo aggiornamento: 11:50

Dopo sei anni il tenente colonnello Marcello Egidio lascia il comando del Nucleo investigativo dei carabinieri di Viterbo. Al suo posto il tenente Francesco Anania, siciliano di origine, proveniente dal comando provinciale di Grosseto.

Egidio lascia il comando provinciale dopo aver guidato indagini importanti. Dall’operazione Erostrato che ha eradicato un’associazione mafiosa a Viterbo alle molte attività condotte nel settore dello sfruttamento della manodopera nel settore primario, tra tutte l’indagine sul pastore romeno morto ad Ischia di Castro del 2021 e quella portata a termine pochi giorni fa a Casteldasso. Ave risolto in pochissimo tempo rapine e omicidio, come quello del piccolo Matias a Vetralla o quella del professor Angeletti.

«E ‘impossibile condensare in poche righe la mole incredibile di lavoro svolto dal tenente colonnello Egidio in questi sei anni - afferma il comandato provinciale dell’Arma -, durante i quali ha spostato ogni volta più in alto l’asticella. Ma soprattutto sarebbe impossibile rendere il giusto omaggio all’ufficiale che ha realizzato tutto questo, descrivere compiutamente la sua precisione, competenza, la sua determinazione; è soprattutto impossibile riportare in poche righe la sua completa ed instancabile dedizione al lavoro che è stata il suo tratto distintivo e che ha messo al servizio della comunità della Tuscia, con l’intento di renderla più sicura e fare la propria parte nel renderla ancor più vivibile».

Il colonnello Egidio andrà a ricoprire un delicato incarico all’interno dell’Autorità nazionale anti corruzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA