Al Carnenale storico di Ronciglione appare anche Marco Mengoni tra le maschere

Lunedì 4 Marzo 2019 di Ugo Baldi
Maschere di carnevale a Ronciglione. Foto di Stefano Marigliani
Tra i figuranti dei gruppi mascherati, a sorpresa, domenica scorsa a Ronciglione è apparso anche un “camuffato” Marco Mengoni. Il cantante anche quest’anno non ha voluto rinunciare a vivere la gioia del carnevale nel suo paese, in provincia di Viterbo.

Un bagno di folla, come non se ne vedevano da anni, ha chiuso il terzo corso di gala di questa edizione della festa in maschera - nella foto di Stefano Marigliani - decretandone l’indiscusso successo. Dopo un Carnevale della Notte a dir poco spettacolare, in migliaia - tra figuranti dei gruppi mascherati e spettatori - hanno riempito le strade del paese in una domenica baciata dal sole. E animata da quell’energia unica che solo chi ha il Carnevale nelle vene può sprigionare.

Tanti applausi e commozione al passaggio del gruppo mascherato di Amatrice, che ha indossato costumi recuperati dalla macerie, nella sua prima uscita dopo la tragedia del terremoto. Circa 130 persone, coordinate dalla Pro Loco di Amatrice, sono accorse ad assistere al corso di gala, ospitate dal Centro polivalente comunale presieduto da Maria Cangani.

«Un Carnevale meraviglioso, reso tale dall’impegno di tutti i ronciglionesi – ha dichiarato il sindaco, Mario Mengoni - perché la buona riuscita di una manifestazione si basa sul lavoro di gruppo e sulla dedizione dei singoli, per questo ringrazio tutti gli organizzatori delle mascherate e la Pro Loco per l’ottimo lavoro, i realizzatori dei carri, i figuranti, la banda, la croce rossa, la protezione civile, la polizia locale e tutti gli addetti alla sicurezza. Insomma, tutti i ronciglionesi, popolo straordinario di “carnevalari”».

«Un Carnevale strepitoso! In qualità di presidente della Pro Loco – ha affermato Tommaso Valeri – ringrazio l’amministrazione comunale e gli uffici per il lavoro e la collaborazione, ma soprattutto tutti i “carnevalari” ronciglionesi, senza i quali tutto questo non esisterebbe». Oggi il lunedì dei Nasi Rossi, che invaderanno il paese con la loro goliardia e i pitali colmi di rigatoni fumanti, per dare appuntamento poi alla serata di gala ai “Due Cigni”.

Domani, Martedì grasso, il paese saluta il Carnevale con la seconda giornata di sfilate dedicate ai bambini, la rappresentazione della Morte di Re Carnevale e la partenza del globo aerostatico.
  Ultimo aggiornamento: 19:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA