Corchiano, esce in cortile e viene aggredita dai ladri: «Ho visto la morte»

Corchiano, esce in cortile e viene aggredita dai ladri: «Ho visto la morte»
di Ugo Baldi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Novembre 2021, 09:01 - Ultimo aggiornamento: 13 Novembre, 11:36

Trova i ladri in giardino e viene malmenata. La disavventura è capitata ad una donna di Corchiano poco più che quarantenne, che dopo l'aggressione è stata costretta a farsi accompagnare in ambulanza al pronto soccorso dell'ospedale Andosilla di Civita Castellana. La prognosi è di trenta giorni per la frattura di una costola, la ferita ad uno zigomo e diverse escoriazioni sul corpo.

L'episodio è accaduto intorno alle 20,30 di mercoledì in un'abitazione al pianoterra, all'interno del paese. «Davvero una brutta esperienza racconta la donna - sono uscita in giardino e li ho trovati davanti a me, erano in due, incappucciati, indossavano un k-way e avevano una sciarpa sul viso che li rendeva irriconoscibili. Uno è scappato e l'altro mi ha aggredito, mi ha preso a pugni e forse colpito con qualche arnese in testa, con molta violenza. Porto ancora i segni della sua scarpa su una coscia, per dire la violenza inaudita che ha usato. Erano persone cattive, senza scrupoli. Parlavano italiano. Ho visto la morte in faccia, ad un certo punto pensavo di non uscire più fuori da quella situazione. Ho un'età che mi ha permesso di sopportare la brutalità di quell'aggressione, non so se una donna anziana avrebbe resistito a tanta violenza».

A mettere in fuga i due banditi, che sono entrati all'interno del giardino forse scavalcando una recinzione, sono state le grida di dolore della donna che hanno richiamato l'attenzione dei vicini di casa. «Sono usciti immediatamente e a quel punto i ladri hanno scelto di darsi alla fuga. Subito dopo sono arrivati i carabinieri, avvisati da qualcuno, e l'ambulanza. Spero che questa esperienza non capiti a nessuno. I soccorritori a partire dalle forze dell'ordine sono stati molto premurosi e per questo voglio ringraziare tutti».

Tra i primi ad intervenire sul posto, il consigliere comunale ed ex sindaco nonché medico, Bengasi Battisti, che ha gestito la situazione di emergenza con il 118. Dopo questo episodio è salita la preoccupazione a Corchiano, già alta dopo la serie di furti avvenuti negli ultimi venti giorni a macchia di leopardo in varie zone del paese. Esistono anche delle immagini registrare da telecamere di videosorveglianza in cui si notato due persone che entrano all'interno del giardino e in una diversa inquadratura che escono il strada con zaini in spalla. Alcuni dei furti sono andati a vuoto, molti altri, invece, sono andati a segno.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA