Tari, multe e mense non pagate: stretta del Campidoglio

EMBED
Stretta sulle riscossioni di multe, imposte e tariffe arretrate - con ingiunzioni e possibili pignoramenti anche per crediti di poche decine di euro - ma anche possibilità di rateizzare i debiti per i cittadini in difficoltà economiche (fino a 72 mesi) e meccanismi di autotutela, in grado di permettere al Campidoglio di fermare le pratiche che rischino di creare ulteriori danni economici all’amministrazione. Il nuovo regolamento generale delle entrate di Roma Capitale, approvato la scorsa settimana dall’assemblea capitolina, ha tra gli obiettivi una maggiore capacità e autonomia del Comune di applicare fermi amministrativi o iscrivere ipoteche e effettuare pignoramenti sui beni dei debitori, offrendo al contempo la possibilità ai contribuenti di pagare evitando le conseguenze negative dell’inadempimento.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani