Stadio San Siro, Salvini: «Abbatterlo è un insulto a cultura e storia»

EMBED
«Ritengo che abbattere San Siro è un insulto alla cultura e alla storia, non solo calcistica ma della tradizione. San Siro è il calcio nel mondo, va bene il business però abbattere pezzi di storia non fa parte del mio modo di essere». Queste le parole di Matteo Salvini, leader della Lega, sul destino dello stadio di San Siro. «Con Scaroni ci siamo sentiti. Guarderò il progetto con assoluto interesse. È chiaro che c'è bisogno di un nuovo stadio e farò l'impossibile perché al nuovo stadio, di cui Milano ha bisogno, si accompagni la salvaguardia di un patrimonio storico e mondiale come San Siro. Chiederò a nome della Lega che San Siro non sia abbattuto e che si salvi la storia dello sport», ha aggiunto.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani