Roma, De Rossi si traveste e va in Curva Sud tra i tifosi a vedere il derby

EMBED
A pochi giorni dall’addio alla Roma, Daniele De Rossi lo aveva promesso. «Mi ritroverete in Curva Sud a tifare al derby». Qualcosa che sembrava inimmaginabile finalmente è accaduta: qualche ora prima di Roma-Lazio dello scorso 26 gennaio l’ex centrocampista si è fatto truccare da uomo sulla cinquantina con capelli grigi, un cappellino in testa (rigorosamente della Roma) e un enorme neo sul naso. Poi, assieme al suo amico e attore Valerio Mastandrea, è andato verso lo stadio Olimpico come se nulla fosse con sciarpa al collo e bandiera in mano. Daniele sembrava un vero e proprio ultras sugli spalti, un tifo sfegato come non accadeva da anni. Peccato che la Roma abbia portato a casa solo un pareggio, ma c’è da scommetterci che non sarà l’ultima volta di De Rossi all’Olimpico in incognito.

 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti