Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Speravo de Morì prima, Ammaniti e Rovere trionfano al Premio MAXIMO

EMBED

All’Audiovisual Producers Summit di Matera, luogo d’incontro tra produttori nazionali e internazionali, è stato assegnato il Premio MAXIMO ai maggiori protagonisti del mondo audiovisivo italiano. Il premio ripristina la tradizione pluriennale RomaFictionFest. La Giuria del Premio - composta dal produttore Matteo Levi, in qualità di Presidente; dall’attrice Maria Pia Calzone; dalla scrittrice, autrice e sceneggiatrice Barbara Cappi e dal regista e sceneggiatore Stefano Sardo – ha decretato i vincitori delle 7 categorie in concorso (Miglior produttore; Miglior serie; Miglior film; Miglior attore; Miglior attrice; Miglior creatore; Miglior regia).

Il Premio MAXIMO al Miglior produttore a Virginia Valsecchi, Mario Gianani, Lorenzo Gangarossa per Speravo de morì prima (una serie Sky Original prodotta da Wildside, parte del gruppo Fremantle con Capri Entertainment, The New Life Company e Fremantle) e a Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Francesca Longardi, Riccardo Tozzi e Matteo Rovere per Romulus (una produzione Sky, Cattleya e Groenlandia. Vendite internazionali a cura di ITV Studios). Ad aggiudicarsi il Premio MAXIMO come Miglior serie Anna (una serie SKY ORIGINAL creata e diretta da Niccolò Ammaniti. Prodotta da Wildside, parte del gruppo Fremantle, in coproduzione con Arte France, Kwaï, Fremantle, The New Life Company), creata e diretta da Niccolò Ammaniti.

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose (una serie originale Netflix, prodotta da Groenlandia) vince, invece, come Miglior film. I Premi delle categorie Miglior attore e Miglior attrice rispettivamente a Luca Argentero (Doc – nelle tue mani - una serie Lux Vide in collaborazione con RAI Fiction) e Coco Rebecca Edogamhe (Summertime - una serie originale Netflix, prodotta da Cattleya). A Giacomo Bendotti (Chiamami ancora amore – una serie di Indigo Film in collaborazione con RAI Fiction in associazione con About Premium Content) il Premio MAXIMO come Miglior creatore, mentre Laura Luchetti (Nudes - una serie di Bim Produzione in collaborazione con RAI Fiction) premio per la Miglior Regia. Il riconoscimento speciale MAXIMO Excellence viene invece conferito a Enzo Sisti e alla memoria di Sara Melodia.

(Servizio a cura di Eva Carducci)

Matera AVPSummit: Diversity e inclusione sono il futuro della produzione audiovisiva, stop agli stereotipi