Lauren Cohan: «Sono dieci anni che trattiamo le donne al pari degli uomini. Fantascienza? No The Walking Dead»

EMBED

I sei nuovi episodi della decima stagione di The Walking Dead arrivano su FOX (Sky, 112) a partire da lunedì 1 marzo alle 21. Un grande ritorno, annunciato, è quello dell’attrice Lauren Cohan, star dello show dalla seconda stagione, che ritorna dopo un periodo di pausa. Il personaggio che interpreta, Maggie, è quello che rappresenta di più uno degli aspetti fondamentali di uno show che va molto più in profondità di una serie che racconta la lotta contro gli zombie in uno scenario post apocalittico. Ancor prima dei movimenti come il MeToo lo show da più di una decade si batte per la corretta, e equa, rappresentazione tra personaggi femminili e maschili: «Maggie non è una damigella in pericolo, e si salva da sola, al pari delle altre donne e uomini di The Walking Dead. Perché i supereroi sono spesso quelli che devono mettere da parte le proprie motivazioni personale per un bene superiore. Prendere delle decisioni difficili, e perseverare nonostante i dubbi personali, anche a fronte di opzioni davvero terribili. Ma loro continuano a combattere. E siamo fortunati perché sono più di 10 anni che mostriamo che cosa significhi passare da un'esistenza tranquilla e pacifica come quella di Maggie a un'escalation di situazioni impossibili. Per me è stato epico poter vedere, e raccontare in prima persona, questi viaggi incredibili». (Servizio a cura di Eva Carducci)