I dieci comandamenti, "La fine del mondo", il trailer

EMBED
“La fine del mondo”, in onda domenica 2 dicembre alle 20.15 su Rai 3, è un viaggio in due puntate in cui Domenico Iannacone affronta il tema della marginalità in una periferia metropolitana. Casale Caletto, a est di Roma, è il simbolo di un sobborgo dimenticato e abbandonato a se stesso. Tra disagio, criminalità, povertà e mancanza di lavoro, l’attore Mirko Frezza accompagna Iannacone a conoscere il quartiere da vicino, tra case popolari fatiscenti, baracche improvvisate e spazi occupati, cittadini italiani e stranieri che condividono la loro amara esistenza. Frezza con la sua associazione diventa un punto di riferimento per gli ultimi che si rivolgono a lui per avere un pasto caldo e assistenza di ogni tipo. Il percorso con Frezza continua anche nel secondo capitolo de “La fine del mondo” in onda domenica 9 dicembre sempre alle 20.15 su Rai 3. Ma a questo racconto si aggiunge Cecilia Mangini, oggi 90enne, tra le prime a raccontare le borgate romane, dando voce, insieme a Pasolini, agli emarginati e ai “ragazzi di vita”. Un viaggio poetico alla ricerca della periferia di un tempo.


LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti