I dieci comandamenti, "La fine del mondo", il trailer

EMBED
“La fine del mondo”, in onda domenica 2 dicembre alle 20.15 su Rai 3, è un viaggio in due puntate in cui Domenico Iannacone affronta il tema della marginalità in una periferia metropolitana. Casale Caletto, a est di Roma, è il simbolo di un sobborgo dimenticato e abbandonato a se stesso. Tra disagio, criminalità, povertà e mancanza di lavoro, l’attore Mirko Frezza accompagna Iannacone a conoscere il quartiere da vicino, tra case popolari fatiscenti, baracche improvvisate e spazi occupati, cittadini italiani e stranieri che condividono la loro amara esistenza. Frezza con la sua associazione diventa un punto di riferimento per gli ultimi che si rivolgono a lui per avere un pasto caldo e assistenza di ogni tipo. Il percorso con Frezza continua anche nel secondo capitolo de “La fine del mondo” in onda domenica 9 dicembre sempre alle 20.15 su Rai 3. Ma a questo racconto si aggiunge Cecilia Mangini, oggi 90enne, tra le prime a raccontare le borgate romane, dando voce, insieme a Pasolini, agli emarginati e ai “ragazzi di vita”. Un viaggio poetico alla ricerca della periferia di un tempo.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani