Ilona Staller: «Ero una spia dell'Est, avevo paura mi ammazzassero»

video
EMBED
"Ho lavorato come spia per i servizi segreti ungheresi, poi ho smesso perché era molto pericoloso, mi seguivano e ho avuto paura che mi ammazzassero". A raccontarlo è Ilona Staller, in arte Cicciolina, intervistata da Peter Gomez per 'La Confessione', sul Nove, nella puntata che andrà in onda il 20 giugno. L'ex pornostar ha raccontato anche come avvenne il suo reclutamento, quando a venti anni lavorava come cameriera all'Hotel Intercontinental, a Budapest.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani