Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Herpes Zoster, Spadea (Asl Roma 1): «Vaccinare pazienti fragili in ospedale è la soluzione vincente»

EMBED

«I pazienti fragili sono più suscettibili alle infezioni e quindi anche alle forme di Herpes Zoster, detto anche fuoco di Sant’Antonio. Seguendo le indicazioni della Regione Lazio abbiamo attivato delle convenzioni con le strutture ospedaliere. Abbiamo quindi immaginato una collaborazione che va ad interessare i pazienti fragili, seguiti dal Policlinico Gemelli, più suscettibili all’Herpes Zoster. Questi pazienti si avvantaggiano di un’immunizzazione con un vaccino altamente efficace. L’offerta nei reparti è un’offerta vincente perché proporre la vaccinazione dove il paziente soggiorna è la soluzione migliore». Lo ha dichiarato Antonietta Spadea, direttore dell’unità operativa complessa vaccinazioni della Asl Roma 1.