Virus Cina, il punto allo Spallanzani di Roma: «Ecco sintomi e rischi di contagio»

EMBED
«Non c'è motivo di temere il contagio da nuovo coronavirus: la probabilità di trasmissione, infatti, è simile a quella di una normale influenza. E molto meno elevata del morbillo». Lo ha ricordato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma, nel corso della conferenza organizzata dall'assessorato alla Salute della Regione Lazio nell'ospedale romano, sulle misure predisposte per fronteggiare eventuali emergenze nel Lazio. «Perché il virus si trasmetta - sottolinea - è necessario un contatto a meno di un metro, una stretta di mano, uno scambio più prossimo». Ippolito ha anche spiegato che i controlli realizzati in aeroporto sulle persone in arrivo dalle aree del contagio cinese sono efficaci: «Il rischio che le persone che arrivano senza sintomi durante il volo siano contagiate è bassissimo, praticamente zero».

(video Daniele Leone/Ag.Toiati)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani